SCONCERTI A FV, COL TORO UN PUNTO GUADAGNATO. PROBLEMA NON È GIOCO MA CENTROCAMPO

29.10.2018 20:00 di Mattia Verdorale Twitter:   articolo letto 3550 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
SCONCERTI A FV, COL TORO UN PUNTO GUADAGNATO. PROBLEMA NON È GIOCO MA CENTROCAMPO

"Mi è piaciuto pareggiare a Torino, un punto guadagnato e non due punti persi". Così il giornalista ed editorialista Mario Sconcerti ha commentato in esclusiva a FirenzeViola.it il pareggio di sabato tra Torino e Fiorentina: "Un punto in più fa sempre comodo. Il campionato non dobbiamo vincerlo, in Champions League non ci andiamo quindi direi che un punto ci permette di salire qualche posizione in classifica o non farci superare. Il Torino non è una squadra facile da affrontare quindi sicuramente meglio aver pareggiato e portato via un punto che averne portati via zero"

Sulle polemiche arbitrali scatenate da Mazzarri nel post-partita?
"Sono affari di Mazzari, alla fine tutte le domeniche capita che ci sia una squadra, un dirigente o un allenatore che si lamenti per l'arbitraggio. A me sinceramente non è sembrata una partita ingiusta ma arbitrata in maniera corretta. Per questo motivo non capisco la sfuriata di Mazzarri che reputo anche uno che si arrabbia difficilmente. Lui ritiene che il Torino abbia subito cinque ingiustizie e di conseguenza nel post-partita è esploso".

Del gioco della Fiorentina invece che ne pensa?
"Non sono d'accordo con chi dice che la Fiorentina nelle sue manovre di gioco si affida a Chiesa aspettandosi che sia lui a creare qualcosa. Siamo una squadra che fa della difesa il suo reparto forte quindi difensiva, è normale che ci possano essere problemi a offendere. Non penso che la Fiorentina abbia soltanto lo schema 'palla a Chiesa' anche perché nella partita contro il Torino proprio Chiesa non mi pare che abbia toccato così tanti palloni. In più aggiungerei che il problema secondo me sta da un'altra parte."

Prego. 
"A centrocampo. Abbiamo un centrocampo fuori centro. Secondo me Veretout non va bene nel ruolo di regista. Pioli ha bisogno di due mezzale, come aveva anno scorso, che offendano e che si inseriscano e siano in mezzo all'area a ricevere i cross dalle fasce. In questo erano perfetti Veretout e Benassi. A questa squadra manca un regista che imposti l'azione e stia lì davanti alla difesa. Secondo me lo può fare Edimilson Ferndanes ma lo ritengo ancora troppo elementare".