JOAQUIN, Morte Astori ti fa pensare. In viola...

13.03.2018 11:49 di Redazione FV Twitter:   articolo letto 6606 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
JOAQUIN, Morte Astori ti fa pensare. In viola...

Joaquin, in una lunga intervista rilasciata su Extra de La Gazzetta dello Sport ha affrontato vari temi correlati alla Fiorentina e a Davide Astori, che lo spagnolo ha incrociato poco prima di tornare al Betis dopo che Astori era arrivato in viola. Questo un estratto: "La morte di Davide è stato un colpo durissimo, difficile da assimilare. Ti fa avere tanti pensieri. Un ragazzo giovane, sano, controllato, un atleta: a parte il ricordo personale questa è una morte che rimbalza e fa malissimo anche lontano da Firenze. Noi siamo andati dal medico a chiedere spiegazioni, anche se più o meno sapevamo e sappiamo che si tratta di un'anomalia genetica. Pensi alla figlia di Davide e ai tuoi, di figli. Mi insegna che bisogna cercare di goderci questa vita con serenità e buonumore. Io l'ho fatto e sono felicissimo di quello che ho fatto nella mia carriera. Ricordi dell'Italia? Meravigliosi. Io ero titubante, perchè non ero mai uscito dalla Spagna e sono uno con radici forti, e infatti il primo anno ho sofferto. Poi ho preso casa in centro a Firenze, vicino Ponte Vecchio, e la mia vita è cambiata. Il secondo anno Montella non mi vedeva granchè. Poi un giorno di fine novembre a Verona mi chiese di fare tutta la fascia. Non avevo mai difeso in vita mia (ride, ndr). Pensai: 'Se vuoi giocare ti devi adattare' e iniziai a fare su e giù per la fascia. Vincemmo 2-1 e cominciai a giocare con regolarità".