DE MARCO A FV, Ruolo Gerson ancora da capire

Esclusiva di Firenzeviola.it
02.11.2018 13:15 di Pietro Lazzerini Twitter:   articolo letto 1643 volte
DE MARCO A FV, Ruolo Gerson ancora da capire

Il mercato non si ferma mai e la Fiorentina ha già iniziato a fare le prime valutazioni in vista della finestra invernale. Per parlare dell'attualità viola ma anche di cosa potrà accadere nei prossimi mesi, la redazione di Firenzeviola.it ha contattato in esclusiva l'agente FIFA esperto di calcio brasiliano e balcanico Francesco De Marco

De Marco, partiamo da uno dei calciatori brasiliani in forza alla Fiorentina che stanno facendo discutere in questi primi mesi di campionato. Cosa ne pensa della stagione di Gerson? 
"Sinceramente rimango un po' perplesso dalla sua posizione in campo, non tanto per l'idea che vorrebbe mettere in pratica giustamente il tecnico Pioli, quanto per l'attitudine del giocatore a scendere in campo da interno. Il fatto che nessuno ancora abbia capito bene quale possa essere precisamente il suo ruolo è la Spada di Damocle che si porta avanti fin dal Brasile. Le cose migliori in carriera le ha fatte da esterno offensivo, ma non è detto che viste le sue qualità con la palla tra i piedi, un giorno non possa diventare un regista davanti alla difesa. Il suo problema è anche il carattere, durante la partita si assenta troppo e non se lo può permettere, soprattutto nel nostro calcio. Fino a quando non maturerà caratterialmente, la questione del ruolo sarà comunque meno rilevante". 

Lei conosce bene anche il mercato balcanico, pensa che la Fiorentina possa agire ancora acquistando altri Milenkovic nel prossimo futuro? 
"E' un mercato sempre molto interessante. Corvino è un conoscitore di primissimo livello di questo mercato quindi sicuramente potrebbe portare altri calciatori anche a gennaio". 

Cosa ne pensa di Vlahovic in viola?
"E' un grandissimo talento, fisicamente ne trovi pochi come lui. E' ancora grezzo per poter far rifiatare Simeone dal primo minuto. Pioli sa benissimo come gestirlo. In alcune partite si potrebbe far giocare Vlahovic prima punta con Simeone a girargli intorno. Potrebbe essere una soluzione buona quando le difese avversarie sono troppo chiuse. Penso che in quel ruolo, con uno come Simeone accanto, potrebbe fare veramente molto bene anche a partita in corso". 

Cosa si aspetta da Corvino nei prossimi mesi? 
"Sono un suo grande estimatore. Le critiche spesso vengono dall'ambiente più che dagli addetti ai lavori. Penso che abbia rinforzato la squadra in tutti i reparti. Pioli ha una rosa giovane e duttile, quindi ciò che di fatto aveva chiesto lo stesso allenatore. Lui non lascia mai niente al caso. Se in questa prima parte di stagione, dovessero emergere delle necessità, a gennaio interverrà per migliorare la squadra".