C. ESPOSITO A FV, È bella la guerra Muriel-Simeone

07.02.2019 19:43 di Redazione FV Twitter:   articolo letto 1684 volte
© foto di Federico De Luca
C. ESPOSITO A FV, È bella la guerra Muriel-Simeone

Carmine Esposito, ex calciatore di Fiorentina ed Empoli, ha parlato a Garrisca al Vento!, programma di RMC Sport, in onda ogni giovedì dalle 19 alle 20, curato e realizzato dalla redazione di FirenzeViola.it:

Su Simeone: "L'anno scorso è stato straordinario: era in giornata di grazia. In generale ha fatto un ottimo campionato. Quest'anno non è partito bene perché là davanti mancava la quadratura giusta: con Chiesa e Pjaca si pestavano i piedi. Ora c'è un grandissimo acquisto come Muriel, e credo che Simeone possa giocare con lui e Chiesa. Anzi, lo spero perché parliamo di un giocatore che mi piace tantissimo".

Sull'interpretazione che servirà sabato: "Queste squadre così forti davanti vanno attaccate alte e non fatte ragionare. Se ti mettono sotto sul ritmo e verticalizzano son dolori, anche se ho visto una buona Fiorentina di recente. Ha preso tanti gol ma ne ha fatti anche tanti: spero in una gara spettacolare, con tante emozioni".

Su Muriel: "Gli auguro di tenere questa media. È un giocatore straordinario, quando arrivò in Italia mi impressionò per tecnica e velocità. Si era un po' perso ma l'impatto a Firenze è stato devastante. Subentrare in un gruppo fatto e affiatato non è facile. Con lui ora ci saranno guerre, mi piace chiamarle così, tra gli attaccanti. Lui, Chiesa e Simeone possono far davvero molto bene".

Su Chiesa: "Nella sua giovane età sta dimostrando di essere già maturo. Ha la testa a posto, oltre che essere un ottimo giocatore. Potrebbe essere l'ago della bilancia e spaccare la partita. È in un ottimo momento. Sabato si confronteranno due ottimi attacchi e ci sarà da divertirsi".

Sulla corsa all'Europa: "La Fiorentina può farcela. L'ho vista compatta nelle ultime partite. Forse con l'arrivo di Muriel è cambiato qualcosa: non è una squadra esaltante ma comunque diversa. Sarebbe anche l'ora che Firenze torni a fare le coppe europee: la città lo merita. Il Napoli ha poco da dire in campionato: è difficile arrivare alla corazzata Juve, pure se perdesse altri punti. Gli azzurri alternano prestazioni da grossa squadra ad altre che lasciano il tempo che trovano. Li vedo più da Europa League che da campionato: sono concentrati sulla coppa e la Fiorentina può farcela".