UN CR7 ANCHE PER NOI MA INTANTO UN APPLAUSO A PIOLI

12.07.2018 00:00 di Sonia Anichini  articolo letto 8556 volte
UN CR7 ANCHE PER NOI MA INTANTO UN APPLAUSO A PIOLI

Fra pochi giorni cade l’anniversario dell’arrivo di Mario Gomez a Firenze e vengono i brividi a ricordare quanto entusiasmo girava in città, quanta gente si precipitò al Franchi per accogliere il bomber tedesco, quante belle speranze avevamo che si sono poi smaterializzate per colpa di una zampa d’oca. E’ l’episodio che possiamo paragonare, nella nostra piccola realtà, all’avvenimento epico dell’arrivo di Ronaldo nel calcio italiano con la maglia della Juventus. Dispiace vedere questo campione con i colori della nostra nemica storica ma, per quello che ci può interessare dal punto di visto del campionato, per noi non cambia nulla. Con o senza CR7 per la Viola le zone alte della classifica sono out da tanto tempo. Sono comunque convinta che il portoghese darà una ventata di interesse in più all’Italia del pallone che era ormai caduta ai minimi storici per appeal.

Qui, purtroppo, siamo sempre ad aspettare che la squadra venga allestita al meglio, che tutti i nomi che circolano non siano solo nomi ma calciatori utili alla Fiorentina. Per alcuni di loro, vedi Pasalic, sono settimane che si dice “domani potrebbe essere il giorno giusto” ma ancora siamo in attesa di sapere se e quando il croato lascerà il Chelsea…almeno che non si intrometta l’Atalanta che pare desiderosa di rompere le uova nel paniere. Visto che è un mese che siamo dietro a Pasalic, non può il Direttore Corvino virare su un altro giocatore? I giorni passano e poi si rischia di restare col cerino in mano e senza alternative valide.

Per tornare però alla notizia del secolo legata a CR7, è fuori discussione la sua classe e suoi numeri legati ai gol, ai trofei e ai palloni d’oro vinti sono ineguagliabili ma lo sono anche la sua beltà e il suo fisico scultoreo, almeno per noi ragazze! Se dal punto di vista tecnico non possiamo permetterci niente di simile, ma nemmeno lontanamente simile, ci stiamo attrezzando per fargli la “guerra” sotto l’aspetto dell’immagine. Corre infatti voce che potrebbe arrivare, per fare la chioccia o forse meglio dire il gallo a Simeone, Marco Borriello svincolato dalla Spal, così non c’è da spendere, anche se l’attaccante ha un ingaggio alto per i nostri parametri (tanto per cambiare). E’ grandicello, dall’alto dei suoi 36 anni e, se dovesse succedere, il suo arrivo ricorderebbe l’esperienza di Vieri a Firenze di una decina di anni fa. Due bei soggettini, anche se Borriello è decisamente più attraente e solo per quello potrebbe essere il nostro CR7!

Potremo pertanto competere coi gobbi solo a Pitti Uomo, forse. L’occhio vuole la sua parte ma solo nei salotti e non suoi campi di calcio e, se da una parte è meglio prenderla a ridere, mi auguro che Corvino possa trovare, e presto, i calciatori adatti all’idea di squadra che ha Pioli altrimenti…non ci resta che piangere, come si capisce dalle parole di ieri del Mister che meritano un applauso per la schiettezza, finalmente: “Siamo incompleti e mi auguro che arrivino giocatori nuovi, a prescindere dall'Europa League. Dobbiamo fare tutti un qualcosa in più rispetto alla scorsa stagione, a cominciare dalla società”. A buon intenditor…

La Signora in viola