MAZZARRI, Usciti per ingenuità. Contestazioni e mercato...

13.01.2019 18:15 di Redazione FV Twitter:   articolo letto 8970 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
MAZZARRI, Usciti per ingenuità. Contestazioni e mercato...

Nella sala stampa dell'Olimpico ha parlato anche Walter Mazzarri: "Nel primo tempo anche per merito della Fiorentina, dovevamo fare di più ma con il campo la velocità era particolare. Potevamo fare gol anche noi, oltre che loro. Nel secondo tempo bisognava fare un gol; quando ti metti a giocare in maniera veemente, altrimenti subisci i contropiedi da una squadra veloce come la Fiorentina. Così per noi. Annullato il gol nostro per fuorigioco, gli episodi sono così. Bisogna essere più furbi e smaliziati per portare a casa certe partite, altrimenti le perdi per ingenuità. Mi spiace essere usciti dalla Coppa anche se la Fiorentina è forte e in certi caso siamo stati bravi a chiuderli, a pressarli, è stata una gara equilibrata. La gara purtroppo era secca, ma se pensiamo alla Lazio abbiamo sbagliato gol e poi lo prendiamo. Bisogna lavorarci e spero che gli episodi cambino perché la squadra lavora con impegno e volontà. Mercato? Bisogna individuare uno che inserito a gennaio dia l'impressione che entri subito negli undici, altrimenti sapremmo già cosa fare. Chi ce l'ha chiede tanto. Se arriva un rinforzo me lo tengo ma non ci servono riempitivi. Cambio Nkoulou? Meno male l'ho fatto giocare, cambio obbligato, ma c'ho messo tutta la notte. Quando ho visto quel gol a bischeri ho provato a mettere una soluzione, con due cambi obbligati. Zaza ha preso una botta alla caviglia, abbiamo provato a recuperarlo ma stamattina abbiamo deciso di non portarlo. Nkoulou serve per fare una difesa forte a tre, djidji di solito quegli errori non li fa. Lyanco non può commettere questo genere di ingenuità, ha giustificazioni perché non giocava da un anno. Contestazione? Questa squadra sta facendo il massimo e non va contestata. Io come allenatore mi arrabbio quando si buttano via le partite. Ma io non posso valutare il pubblico che paga e può fare quello che vuole ma so che la squadra oggi era mortificata per la sconfitta"