L'ALTRO BALLOTTAGGIO

12.01.2019 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:   articolo letto 4538 volte
L'ALTRO BALLOTTAGGIO

Quella di oggi in sala stampa non era solo la presentazione di Luis Muriel, ma anche l'occasione per fare il punto con Pioli in vista dell'esordio in Coppa Italia. Competizione certamente da onorare ma che almeno quest'anno riserva alla Fiorentina un cammino come minimo in salita. Si comincia domani con il Torino, più avanti il tabellone potrebbe mettere sul cammino pure la Juve anche se è meglio non far il minimo calcolo.

Fa bene però il tecnico a meditare di mettere in campo la squadra migliore, perchè andare più avanti possibile significherebbe moltissimo per un mondo come quello viola sempre più diviso. E' anche per questo, oltre al non voler offrire vantaggi a Mazzari, che l'allenatore viola ha anticipato cambiamenti all'undici intravisto nelle due sfide del triangolare di Malta. 

Modifiche nei singoli, certo, non nelle posizioni, per usare i termini dell'allenatore. Ed è in particolare nel caso dell'attacco che il tecnico ha già dato più di un'indicazione, evitando accuratamente di escludere l'ipotesi che Muriel possa giocare insieme a Simeone. La sensazione è che in questo momento tener fuori il Cholito rischi di diventare un'ulteriore mazzata , tanto da pensare che il ballottaggio possa essere un altro. 

Lo stesso Muriel, ieri in sala stampa, ha chiarito come la posizione in cui ha reso meglio sia stata alle spalle di Di Natale o Quagliarella, in un ruolo da seconda punta. Ecco perchè, contando l'intoccabilità di Chiesa, alla fine Muriel potrebbe persino giocarsi il posto direttamente con Mirallas.

Andando a comporre un tridente dove Federico è l'esterno puro a destra, Simeone la punta e Muriel la seconda punta. Con Biraghi e la mezz'ala di turno a comporre la catena di sinistra. L'idea potrebbe anche essere questa, è non è detto che già a Torino, magari solo inizialmente, la Fiorentina si possa presentare così.