DE CANIO A FV, PRESTO IL VERO THEREAU. BIRAGHI PUÒ MIGLIORARE. GINO PERUZZI...

13.01.2018 11:00 di Daniel Uccellieri Twitter:   articolo letto 4299 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
DE CANIO A FV, PRESTO IL VERO THEREAU. BIRAGHI PUÒ MIGLIORARE. GINO PERUZZI...

"Ogni giocatore nel corso della stagione affronta momenti meno brillanti. Forse non sta attraversando un buon momento di forma, ma Thereau è sempre stato un giocatore solare e generoso, pronto a mettersi a disposizione della squadra. Forse non avverte neanche lui questo momento difficile, visto che dà tutto per i compagni. In ogni caso si tratta di un giocatore di qualità e presto i tifosi viola potranno tornare ad ammirare il vero Thereau". Così Luigi De Canio , ex tecnico fra le altre di Udinese, Catania e Lecce, che ha allenato l'attaccante francese durante la sua esperienza a Udine, ai microfoni di Firenzeviola.it

Mister, come valuta la stagione della Fiorentina?
"Molto bene, ad inizio era un cantiere aperto e bisognava creare le condizioni per creare un insieme che funzionasse bene. C'è stata qualche difficoltà iniziale e ambientale, perché la piazza si aspettava qualcosa di più dalla proprietà, ma sono vicini alla squadra ed i ragazzi di Pioli stanno ripagando la fiducia con buone prestazione. Mi piace molto la Fiorentina, sono convinto che potrà crescere ancora".

Un giocatore che sta facendo discretamente bene è Biraghi, che lei ha allenato ai tempi del Catania
"Può migliorare ancora, è un professionista, si applica ed grande ha voglia di migliorare sempre. Come tutti i calciatori ha bisogno del tempo e delle giuste esperienze. Devono essere fortunati a capitare nel posto giusto al momento giusto. A catania si è trovato in un situazione particolare. Era alla sua prima esperienza in serie A, la squadra l'anno prima aveva fatto benissimo e forse si era un po' seduta sugli allori. Ha avuto un rendimento altalenante come tutti i giovani, adesso è nel pieno della maturità. Crescendo ancora potrà imporsi nel calcio italiano: ha corsa ed un buon piede, prevedo per lui grandi cose".

In quel Catania c'era anche Gino Peruzzi, giocatore che la Fiorentina segue da tempo: secondo lei potrebbe fare bene a Firenze?
"Vi dico solo questo: fidatevi di Corvino e degli osservatori della Fiorentina. Io l'ho avuto a Catania, ma quando sono arrivato il ragazzo era fermo per infortunio. Quando è tornato a disposizione sono andato via. Non me la sento di esprimere un giudizio: tutti ne parlavano bene a Catania ma ripeto, bisogna fidarsi degli scout, che hanno la possibilità di osservarlo per un lungo periodo. È un classe '92, come Biraghi, ed è nel pieno della sua carriera".