SI ALLONTANA IL TESORETTO

10.08.2018 13:00 di Dimitri Conti Twitter:   articolo letto 7048 volte
SI ALLONTANA IL TESORETTO

La notizia è arrivata nella mattinata di oggi, quasi con lo stesso livello di sorpresa che porta dietro di sé un fulmine a ciel sereno: Ante Rebic ha rinnovato il contratto che lo legava all'Eintracht Francoforte. Ed è una notizia che interessa, eccome, pure i tifosi della Fiorentina, dato che da un'eventuale cessione immediata del nazionale croato, laureatosi da qualche settimana vice-campione del Mondo con la sua Croazia, sarebbero arrivati dei soldi sostanziosi, visto che i viola avevano diritto al 50% dei ricavi sulla plusvalenza fatta registrare dai tedeschi. La quale, essendo stato Rebic prelevato da Firenze per poco meno di 3 milioni, sarebbe stata certamente sostanziosa.

E invece adesso il discorso è da rinviare in avanti. Almeno per qualche mese. Perché arrivati a questo punto della sessione estiva, mettendoci poi la fondamentale aggiunta che i trasferimenti per le squadre di Premier League (campionato nel quale Rebic aveva molti estimatori specie al Manchester United, ndr) sono chiusi in entrata dal tardo pomeriggio di ieri, pare davvero inconcepibile una sua partenza da Francoforte. Anche perché il rinnovo è difficilmente leggibile come uno di quei prolungamenti "di tutela" che molti club si sforzano di fare per evitare di perdere a costi irrisori i calciatori in scadenza. E non era questo il caso di Rebic, il cui precedente accordo si concludeva solamente tra due stagioni. Facilmente immaginabile, seppur senza ancora conferme dirette, che con il rinnovo sia arrivato un adeguamento del suo contratto. E nel frattempo, Corvino dovrà fare i conti senza il potenziale tesoretto che sarebbe arrivato nelle casse di viale Fanti con lui.