LARINI A FV, Chiesa non casca. 100 milioni pochi se...

28.02.2019 19:18 di Redazione FV Twitter:   articolo letto 5724 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
LARINI A FV, Chiesa non casca. 100 milioni pochi se...

Fabrizio Larini, ex ds dell'Atalanta oltre che dell'Udinese tra le altre, ha parlato in diretta a Garrisca al Vento!, trasmissione in onda ogni giovedì su RMC Sport realizzata e curata dalla redazione di FirenzeViola.it:

"Penso che la partita abbia appassionato il pubblico presente, quelli allo stadio e chi l'ha vista in tv. C'è stato un ottimo gioco da ambo le squadre, poi quando si fanno così tanti gol c'è qualche errore però meglio vedere certe partite che degli 0-0 tattici. Ritorno? L'Atalanta è favorita nel punteggio, e dal fatto che avrà il ritorno sul suo campo, con un pubblico che fa sentire l'attaccamento. Inciderà, ma la Fiorentina può giocarsi le sue carte, con quei due attaccanti veloci là davanti può far male. Avere due frecce come Chiesa e Muriel è una cosa non da poco".

Su Chiesa e le polemiche sul suo conto: "Ha grande velocità tecniche e soprattutto fisiche. Oltre che veloce è uno resistente, si sacrifica per la squadra e non fa solo la fase offensiva. Con il suo tipo di gioco, che punta spesso l'uomo, subisce spesso fallo e va in terra. L'impressione che può dare a tanti è quella di uno che eccede nella caduta ma non lo reputo un cascatore. I simulatori sono altri. Deve abituarsi a resistere un po' di più ai falli e cadere meno, che eviterebbe equivoci".

Sull'inasprimento di toni di Gasperini: "Non è bello, penso gli sia rimasto impresso l'episodio dell'altra volta in cui gli è stato dato un rigore che non c'era. Penso che ciò abbia influito sulle dichiarazioni. Chiesa deve provare a tenere più botta con i difensori, proprio per evitare questa nomea".

Sulla partita di domenica: "Gli allenatori faranno meno fatica a prepararla avendo già incontrato l'avversario pochi giorni prima. Non cambierà troppo, magari limeranno qualche posizione tattica con gli insegnamenti che hanno avuto su qualche errore. Concordo con Pioli quando dice che sia importante far giocare le partite di Coppa Italia la domenica e fare un turno infrasettimanale di campionato, per dare importanza alla competizione".

Sulla Fiorentina: "Come tutte le squadre giovani ha alti e bassi ma produce un bel gioco. Prendono qualche gol in più ultimamente ma per uno spettatore è soddisfacente vedere la Fiorentina. Così come l'Atalanta, io sono amico sia di Pioli che di Gasp".

Sul futuro di Chiesa e la sua valutazione: "Difficile dire delle cifre, dipende dal mercato. Lui fa il prezzo. Raffrontandolo con altri trasferimenti, quelli che saranno fatti. Il mercato è gonfiato. Quando leggo certe cifre, clausole eccetera, anche 100 milioni possono essere pochi".