SFATARE IL TABÙ

08.12.2018 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:   articolo letto 1957 volte
SFATARE IL TABÙ

Sette mesi e davanti ai viola c'è di nuovo il muro, fin qui invalicabile, di una trasferta. Era il maggio scorso quando i viola furono capaci di vincere a Marassi, e nel giorno dell’ufficialità dell’arrivo di Prandelli sulla panchina del Genoa niente pare essere una semplice coincidenza. Una storia dalle multiple sfaccettature, almeno se si volesse considerare che in quella circostanza a segnare fu persino il grande ex Pepito Rossi

Fu quella una gara dai mille risvolti, con i viola inizialmente avanti, poi ripresi e superati, infine di nuovo vittoriosi anche grazie al rosso che colpì Pandev. Ma fu quella anche una gara dove i cambi di Pioli fecero eccome la differenza, con Eysseric che entrò poco prima di mettere a segno il momentaneo 2-2, e soprattutto con Dabo che cambiò letteralmente la partita. Prima propiziando il gol del francese, poi andando direttamente a rete. 

Da quel momento in poi il tabù trasferta non è stato più scalfito, con la striscia di risultati ormai nota nella quale la Fiorentina non ha ancora incontrato la prima vittoria lontano dal Franchi. Sette mesi dopo Pioli e i suoi sono chiamati a rompere quello che sembra un vero e proprio incantesimo, ma che rappresenta l’unica via per ritrovare un pizzico di fiducia nell’immediato futuro. Perché a dispetto di un periodo tutt’altro che brillante, i margini per risalire in classifica ci sarebbero ancora tutti.