ITALIANO E IL GRUPPO: SIAMO TUTTI TERZIC

25.09.2021 20:00 di Luciana Magistrato   vedi letture
ITALIANO E IL GRUPPO: SIAMO TUTTI TERZIC
FirenzeViola.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

"Terzic è l'unico dei difensori che non ho mai sfruttato ma come gli dico sempre mai mollare". Le parole di Vincenzo Italiano in conferenza stampa fanno capire perché la sua forza è nel gruppo, indipendentemente dai risultati che possono dipendere da tanti fattori. Non a caso alla domanda sulla difesa che in queste 5 giornate è cambiata sempre da partita in partita, Italiano ha nominato un giocatore di cui in realtà nessuno gli ha chiesto. Perché per il tecnico anche Aleksa Terzic, il terzino sinistro serbo che non ha giocato un solo minuto, durante il campionato potrà essere utile ed è importante che, quando arriverà quel momento, sappia come entrare, cosa fare e con quale spirito. Lo aveva detto anche Saponara dopo il gol con il Genoa: "Non mi sento meno importante perché gioco meno - il senso del discorso - perché anche in quei pochi minuti so che il tecnico ha bisogno di me".

Uno spirito che proprio Saponara ha potuto portare dall'esperienza precedente con Italiano, allo Spezia, e trasmettere così ai suoi compagni prima ancora che lo vivessero sulla loro pelle. Un modo di responsabilizzare anche i giocatori perché se a sinistra il titolare inamovibile è capitan Biraghi, in caso di bisogno le scelte siano diverse e ugualmente affidabili almeno nell'attaeggiamento: ci sono Igor e Venuti che ha giocato più volte anche a sinistra ma c'è anche Terzic che di sicuro avrà apprezzato sia le parole di oggi che quelle che il tecnico dice in privato ai giocatori. E con i 5 cambi sempre sfruttati  da Italiano, il momento di giocare può arrivare in qualsiasi partita, per quanto riguarda il serbo aiutato magari anche dai suoi compagni di nazionale. E per arrivare a quel momento pronto è importante che il giocatore sia carico anche in allenamento, consapevole di "non dover mollare mai".