MARTORELLI, Gori e Ranieri pronti per il grande salto

12.06.2018 18:29 di Redazione FV Twitter:   articolo letto 2363 volte
Fonte: Lady Radio
© foto di Federico De Luca
MARTORELLI, Gori e Ranieri pronti per il grande salto

Giocondo Martorelli, agente di mercato, in particolare di Gori e Ranieri, due dei giocatori più interessanti della Primavera viola, ha dato un giudizio su Chiesa e poi ha parlato dei suoi assistiti. Queste le sue parole: Su Chiesa: “Penso che la volontà della società sia quello di trattenerlo per un altro anno, e penso sia così anche per il ragazzo., Ha fatto una crescita esponenziale, enorme e continuerà a crescere. Sicuramente non c’è il rischio che le sue quotazioni possano scendere, anzi. Se si dovesse verificare un atteggiamento diverso dal ragazzo, di volersi misurare con altre sfide, gli scenari potrebbero cambiare, la società potrebbe prenderne atto e accontentarlo. Al momento so che non è così e che il ragazzo voglia rimanere, ma tutto può cambiare da qui alla fine del mercato. Tutte le cifre sono oramai non reali per i reali valori dei giocatori, poi è normale che di fronte a queste realtà Chiesa può valere 60-70 milioni, ovviamente il valore può cambiare in base a chi fa l’offerta.” Su Ranieri e Gori:“Io posso solo dire che vengono da una crescita importante, hanno fatto delle cose straordinarie. Già dall’anno scorso hanno fatto la preparazione con la prima squadra, Pioli già li conosce, si sono anche allenati durante l’anno con la prima squadra, quindi tutto il percorso è stato fatto. Adesso dipende dalla società cosa vuole fare, parleremo con Corvino e ascolteremo i loro piani, altrimenti vedremo altre strade da prendere al di fuori di Firenze, tutto ciò nel rispetto dei ruoli ma soprattutto per il bene dei ragazzi. Ci sono dei giocatori che hanno bisogno di andare a fare esperienza in categorie inferiori, però per fare un esempio l’anno scorso di questi tempi Cutrone aveva fatto meno bene di Gori, Brignola non lo conosceva nessuno, quindi bisognerà capire la società cosa vuole fare. L’aspetto più importante è capire quali sono i programmi della società, se c’è la volontà di puntare sui giovani, allora bene.”