SOUSA, KALINIC? COLLOQUIO INVENTATO: MANIPOLATO IL TIFO

 di Redazione FV Twitter:   articolo letto 13052 volte
© foto di Federico De Luca
SOUSA, KALINIC? COLLOQUIO INVENTATO: MANIPOLATO IL TIFO

Vigilia dell'esordio in Coppa Italia per la Fiorentina, che oltre a pensare alla sfida di domani contro il Chievo Verona valida per gli ottavi di finale della Tim Cup, si trova a fare i conti anche con il "caso-Kalinic". In sala stampa ha preso come di consueto la parola il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa:

Su Kalinic: "Cercheremo di lavorare con i giocatori a disposione per provare a migliorarli e a vincere le partite. I nomi dei sostituti? Ho già parlato a lungo su questo, io do la mia analisi poi tocca alla società di prendere le sue decisioni".

Sul colloquio con Kalinic: "Non mi piace parlare di questo, io sono uno degli interessati in qusta vicenda ma è tutto inventato, come diverse volte è successo. Questi personaggi che dicono queste cose inventandosele lo fanno per fare vedere che sono bene informati e per manipolare i nostri tifosi".

Sull'atteggiamento per domani: "E' uno scontro diretto, chi vince passa e noi vogliamo andare fino in fondo a questa competizione. L'attenzione dovrà essere massimale".

Sul mercato e i disturbi che esso provoca: "Io cerco di essere il più concentrato possibile su quello che posso fare: io ai miei giocatori chiedo sempre la capacità di essere focalizzati sul proprio lavoro per dare il meglio di se stessi. Il mercato cinese? E' disinto dagli altri che sta cercando di portare i migliri giocatori ed allenatori nel loro calcio per crescere, hanno capacità".

Se sarebbe soddisfatto di ritrovare la stessa rosa il 1° febbraio: "Io sono soddisfatto di ciò con cui posso lavorare".

Sulla gara dello scorso anno col Carpi: "E' un momento completamente diverso rispetto a quello di un anno fa, il livello emozionale e caratteriale è una cosa sulla quale lavoriamo tutti i giorni. Noi stiamo crescendo e lo stiamo facendo molto bene".

Su Astori out: "Speriamo di recuperarlo contro la Juventus, sta migliorando per cui spero che possa tornare ad allenarsi presto con noi".

Sulla scelta di puntare su Europa o campionato: "Noi dobbiamo dare il massimo in qualsiasi partita, dobbiamo lavorare per vincere tutte anche in base al livello degli avversari che troveremo davanti".

Se si sentirebbe tradito da una cessione di Kalinic: "Non ho mai detto di aver indirizzato il club per l'acquisto di Kalinic. Io devo fare solo il mio mestiere di allenatore".