CESARINI A RFV: "BESTE BUONO, MA 15 MLN TANTI. KLOSTERMANN GIOCHEREBBE OVUNQUE"

03.01.2024 19:30 di Ludovico Mauro Twitter:    vedi letture
CESARINI A RFV: "BESTE BUONO, MA 15 MLN TANTI. KLOSTERMANN GIOCHEREBBE OVUNQUE"

Mauro Cesarini a Radio Firenze Viola

Cinque gol e otto assist in una squadra esordiente in Bundesliga hanno catturato l'attenzione della Fiorentina (e non solo) su Niklas Beste, esterno d'attacco dell'Heidenheim trattato in queste ore dai viola. Occasione invece Lukas Klostermann, esperto e duttile difensore del Red Bull Lipsia e della nazionale tedesca in scadenza di contratto col club. Argomenti di cui Radio FirenzeViola ha discusso insieme a Mauro Cesarini, agente FIFA specializzato da anni nel mercato tedesco.

“È un giocatore che negli ultimi due anni, da quando è all’Heidenheim, sta facendo molto bene. È un mancino che ha qualità tecniche, calcia bene le punizioni. Un giocatore che si prende la fascia, visto che ha un passato anche come laterale. È un giocatore “nuovo”, nel senso che senso che nell’ultimo biennio ha avuto la promozione con l’Heidenheim e ora sta avendo la consacrazione in Bundesliga”, il parere di Cesarini su Beste.

Ha detto che ha un passato da laterale, quindi sa fare anche l’esterno di difesa? 
“Sì, è un giocatore che chiaramente le cose migliori le fa dalla metà campo in su. Ma non è uno che aspetta la palla o non aiuta la squadra... poi in questo momento lo vedo anche molto euforico. La stagione è quella giusta”. 

L'Heidenheim ne fa una valutazione di circa 15 milioni, la Fiorentina al momento vuole spingersi attorno ai 12. Le pare una cifra congrua? 
“Il mercato di gennaio è particolare. Se parliamo di valutazioni, ripeto, ha fatto due campionati e li ha fatti ottimi. Uno in Zweite Bundesliga (la seconda serie tedesca, ndr), dove ha fatto 12 gol, quest’anno invece 5 gol con un buon rendimento in una squadra che è la rivelazione del campionato. Ma 15 milioni sono tanti”.  

Anche perché l’Heidenheim sta giocando la Bundesliga per la prima volta nella sua storia. 
“Sì, ma per spendere 15 milioni devo credere nel giocatore fino in fondo. Perché come tutti gli stranieri che arrivano a gennaio, c’è qualcuno che riesce ad inserirsi subito, altri impiegano mesi. Un investimento del genere chiaramente sarebbe sul futuro, ma sono molti 15 milioni. La richiesta, secondo me, è alta. E in questo momento non so se la Fiorentina farebbe bene a spenderci 15 milioni. Io mi dirotterei più su un giocatore che conosce già il nostro campionato”. 

Un altro tedesco che sta sondando la Fiorentina è Lukas Klostermann. Questo è un profilo decisamente più conosciuto. 
“Sì esatto, nell’ultimo anno non ha giocato molto ma sa fare più ruoli. Non credo sia facile prenderlo però, perché è in scadenza. E per questi giocatori si risvegliano anche altri club, perché non è vecchio, ha esperienza in campo internazionale e diverse presenze con la Germania. O lo prendi adesso, e farlo a gennaio non è facile perché il Lispia è ricco e non ha bisogno di cedere”. 

E alla Fiorentina ce lo vedrebbe? Visto che sa fare anche il centrale oltre che l’esterno di difesa. 
“Eh caspita, un giocatore così sta bene da tutte le parti. Si fa fatica a dire una squadra in particolare, ma è un giocatore che starebbe bene forse in tutte le squadre che se lo possono permettere. Perché alla fine sa fare due ruoli ed è un parametro zero, il problema sarà per chi lo vuole prendere, perché avrà un bel ventaglio di opzioni. Ma la Fiorentina è quarta, non nona o decima. Quindi, come per altre squadre di top club, ci starebbe bene”. 

Per l'intervento completo, ascolta il podcast