AGROPPI A FV: "GIORNO LIBERO? LA SQUADRA NON È PRIGIONIERA. MOMENTO GIUSTO PER IL MILAN"

29.04.2022 16:30 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
Fonte: a cura di Vieri Donatini
AGROPPI A FV: "GIORNO LIBERO? LA SQUADRA NON È PRIGIONIERA. MOMENTO GIUSTO PER IL MILAN"
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Per analizzare al meglio il momento di forma della Fiorentina in vista del big match di domenica contro il Milan, la redazione di FirenzeViola.it ha contattato in esclusiva mister Aldo Agroppi

Buonasera mister, cosa ne pensa del momento di forma della Fiorentina e delle recenti difficoltà che la squadra sta avendo? 
"Nel calcio il rendimento va e viene, quando meno te lo aspetti fai grandi cose e poi fai retromarcia. A Salerno ha trovato una squadra aggressiva e contro l'Udinese ha trovato una squadra con grande fisicità ma anche con grande tecnica, la Viola contro i bianconeri ha giocato male anche dal punto di vista tattico".

Cosa ne pensa della giornata libera che ieri Italiano ha dato alla squadra?
"I calciatori non sono dei prigionieri. Staccare la spina può portare dei benefici e passare del tempo in famiglia o al mare può far bene".

C'è chi sostiene che sia meglio lanciare un Primavera invece che adattare un calciatore pronto come vice Torreira. Lei che ne pensa? 
"E' l'allenatore che deve vedere. Io non vedo tutte le partite e per questo sta ad Italiano decidere chi schierare, la mia proposta sarebbe un'invasione di campo".

Quanto è ancora possibile l'Europa visto il calendario e il recente stato di forma?
"La Viola ci deve credere, basta trovare risultati nei prossimi match. Le ultime due partite non devono condizionare la squadra e i calciatori ci devono credere. L'attuale classifica rispecchia la qualità della squadra e per questo la Fiorentina può sperare". 

Che partita vede col Milan? 
"La partita viene al momento giusto. Giocando contro i primi in classifica i calciatori saranno obbligati a concentrarsi e a prepararsi bene. Poi come abbiamo anche recentemente visto, nel calcio le sorprese sono all'ordine del giorno".