ADANI A FV: "TORREIRA HA GARRA DA VENDERE. CABRAL? IL BRASILE NON TI CHIAMA A CASO"

14.03.2022 19:00 di Giulio Falciai   vedi letture
ADANI A FV: "TORREIRA HA GARRA DA VENDERE. CABRAL? IL BRASILE NON TI CHIAMA A CASO"
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

L'uomo del momento in casa viola è uno e uno solo: Lucas Torreira. Il centrocampista della Fiorentina, ma in prestito dall'Arsenal, anche ieri ha trascinato alla vittoria la sua squadra con un gol al Bologna. Grazie alla sua grinta l'ex Atletico è diventato in pochissimo tempo uno dei simboli di questa Fiorentina targata Vincenzo Italiano. Per commentare il suo exploit la redazione di FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, uno che di calcio uruguayano, e non solo, se ne intende molto: Daniele Adani

Quanto la stanno stupendo le prestazioni di Torreira con la maglia viola?
"Sinceramente non molto. Stiamo parlando di un giocatore internazionale che ha giocato in squadre importantissime come Arsenal ed Atletico Madrid, e che è uno dei punti di riferimento di una Nazionale forte come l'Uruguay. Il valore aggiunto delle sue ultime grandi prestazioni sono gli inserimenti e adesso anche i gol. Torreira è un centrocampista fortissimo e mi sembra che abbia trovato grande affinità con mister Italiano. In queste ultime settimane è migliorato moltissimo nell'accompagnare l'azione e nel rendersi pericoloso, dote che doveva ritrovare e lo ha fatto alla grande". 

Quello che fa la differenza è anche la sua grinta, la sua "garra charrua"...
"Beh Torreira è un giocatore che ne ha da vendere di garra, è un giocatore di leadership che lotta su ogni pallone. Ha un modo di giocare che contagia e trascina. Ormai è un punto di riferimento per tutta la Fiorentina. Devo fare i complimenti alla società per averlo preso e ad Italiano per averlo valorizzato. Secondo me i giocatori viola, con al fianco un giocatore come Lucas, si sentono ispirati".

La Fiorentina può credere all'Europa anche senza Vlahovic?
"Non possiamo negare che senza il serbo la squadra sia più debole, tuttavia il collettivo, il lavoro e l'entusiasmo possono colmare un gap di 5/10 punti. Ovviamente senza Dusan la squadra perde il miglior finalizzatore della Serie A, ma adesso i viola devono riuscire a sopperire con il gruppo e possono riuscirci visto che Italiano è uno dei migliori allenatori in Italia".

Cosa può dare Cabral a questa Fiorentina?
"Il brasiliano deve fare di più, e spiegarci come mai la Fiorentina, a ragion veduta, ha investito su di lui. Quando vieni convocato dal Brasile vuol dire qualcosa, è una delle Nazionali di calcio più importanti del mondo, non ti chiama per caso. Il Brasile ha un'ampia gamma di scelta e se ricevi la convocazione significa solo che te la sei meritata. Ora deve solo capire i movimenti della squadra, ritrovando subito la miglior condizione fisica, senza farsi scoraggiare se per il momento gioca Piatek che sta facendo assai bene".