MILANO PUÒ ATTENDERE

24.01.2020 00:00 di Pietro Lazzerini Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
MILANO PUÒ ATTENDERE

Calma piatta. Nonostante il mercato sia entrato negli ultimi giorni utili per sistemare le rose dove ce ne fosse bisogno, le trattative in casa Fiorentina, come ampiamente previsto, vanno a rilento. Una volta sistemata la priorità assoluta, rappresentata dalla punta, acquistata in tempi brevi e con un'operazione avviata con buon anticipo, il mercato di Pradè e Barone sembra essersi inceppato. In realtà, questa strategia era ampiamente prevista.

I dirigenti viola hanno diverse carte scoperte sulla scrivania all'interno del centro sportivo "Davide Astori" e tutti i nomi presi in considerazione sono ancora disponibili. L'unico "perso" forse è Bonifazi, ormai a un passo dalla SPAL, ma tra gli altri, nessuno si è mosso, e l'ultima settimana di calciomercato sarà quella utile per trovare la soluzione più allettante. L'occasione, come ama spesso ripetere il direttore sportivo. Di sicuro c'è che non sono previste accelerate almeno fino a lunedì, quando lo stesso Pradè, in compagnia del direttore generale Barone, arriveranno a Milano in largo anticipo rispetto alla squadra che sarà impegnata mercoledì in Coppa Italia contro l'Inter. Una missione anticipata proprio per provare a chiudere per uno o due centrocampisti e un difensore. Senza contare che restano da piazzare ancora Thereau (per cui si attende la partenza verso il Belgio), Eysseric e Maxi Olivera. Forse anche Boateng. 

In sintesi, di lavoro da fare ce ne sarà molto, e gli straordinari saranno necessari per migliorare e ottimizzare la rosa a disposizione di Iachini. Non è detto che i prezzi dei giocatori cerchiati in rosso, calino all'improvviso, ma la Fiorentina aspetterà il momento giusto per provare a stringere definitivamente. E' possibile che last minute si presentino situazioni di qualità anche maggiore rispetto ai nomi cercati fino a oggi, dopo tutto qualche esubero di lusso in giro per l'Europa c'è eccome. E allora non resta che aspettare, ripartendo dal campo e dunque dalla sfida di domani contro il Genoa, poi sarà l'ora dello sprint finale, con la Viola costretta a essere un'altra volta protagonista degli ultimi giorni di mercato.