C'ERAVAMO TANTO AMAURI

26.04.2012 15:00 di  Pietro Lazzerini   vedi letture
C'ERAVAMO TANTO AMAURI
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Con l'infortunio di ieri, Amauri potrebbe aver concluso la sua esperienza con la maglia della Fiorentina
Doveva essere il salvatore dell'attacco viola. Dopo i risicati tre gol della premiata ditta Gila-Santiago Silva, partiti a gennaio uno per mancanza di motivazioni e l'altro per un ambientamento difficile, era stato ripescato dalla tribuna bianconera per tornare al gol come già fatto l'anno prima con la maglia del Parma. Ed invece, dopo 13 presenze ed una sola rete, è possibile che la sua avventura in viola sia già arrivata al capolinea. Ieri è stato buttato in campo al 9' del secondo tempo al posto di Cerci, un cambio che ha suscitato molti interrogativi risolti pochi minuti fa con il report medico che parla di uno stop di 7-10 giorni per il ricciolo ex romanista. La sua partita è durata soltanto mezz'ora, perchè dopo un contrasto con De Rossi, la stagione dell'italo-brasiliano ha fatto crac. Un problema all'adduttore lo terrà lontano dai campi per almeno tre settimane, di fatto il tempo che separa la Fiorentina dal termine dell'attuale stagione.
Un'avventura che era iniziata con tutti i migliori propositi. Il giocatore sognava una decina di gol per rilanciarsi in vista della prossima stagione, con la Fiorentina che puntava su di lui per risolvere il mal d'attacco che l'aveva afflitta fin dall'inizio dell'anno.  A fronte di queste speranze è arrivato una sola rete, importantissima è vero, ma una soltanto.

C'era chi pensava che una volta segnato avrebbe potuto svoltare la sua stagione magra di soddisfazioni, invece tra squalifiche e partite sottotono, la probabile ultima immagine di Amauri in viola sarà quella di uno spaesato attaccante in mezzo alla mediocre difesa giallorossa.
Difficile adesso pensare che il giocatore possa essere riconfermato in vista della prossima stagione. Aldilà di un impegno mai messo in discussione, non si può certamente dire che l'ex-Juve abbia regalato sensazioni positive ai dirigenti gigliati. Il Parma è alla finestra fin dai suoi primi calci in viola. Ghirardi non si è mai scordato delle reti salvezza messe a segno con la maglia ducale nella passata stagione e la possibilità che la prossima estate il presidente del Parma torni alla carica per riportarlo in Emilia è molto probabile. Specialmente considerando il fatto che il giocatore potrebbe tornare a costo zero, vista la scadenza del contratto con i viola il prossimo giugno. 
A questo punto c'è solo da aspettare che venga annunciato il nuovo DS, così da capire se effettivamente Amauri possa comparire ancora nei piani futuri della società viola, oppure se il giocatore sia stato soltanto una comparsa da cui ci si aspettava un rendimento completamente diverso.