CRUDELI A FV, A FIRENZE UN MILAN RIDIMENSIONATO. RIMPIANGO JACK . FR7-IBRA...

18.03.2021 19:30 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Alessandro Di Nardo
CRUDELI A FV, A FIRENZE UN MILAN RIDIMENSIONATO. RIMPIANGO JACK . FR7-IBRA...
FirenzeViola.it
© foto di Balti Touati/PhotoViews

Tra una rincorsa scudetto che sembra ormai utopica ed una volata Champions che li potrebbe vedere inghiottiti nella bagarre, il Milan che arriva a Firenze è diverso dalla capolista lanciata che la Fiorentina affrontò a fine novembre: per fare il punto sul momento dei prossimi avversari dei viola ed analizzare temi e protagonisti della partita del Franchi, la redazione di FirenzeViola.it, a poche ore dall’incontro del suo Milan contro il Manchester United, ha contattato uno dei massimi esperti del mondo rossonero, il giornalista Tiziano Crudeli.

Fermo restando che il Milan stasera si gioca una fetta importante di stagione contro lo United, come giudica, in vista della gara di domenica, il momento dei rossoneri?
“Il Milan sta vivendo un momento di alti e bassi. Il rendimento dei rossoneri è nettamente influenzato dagli infortuni: 17 infortuni muscolari sono tanti in una stagione e credo abbiano causato la frenata degli ultimi mesi. Nessuno si sarebbe aspettato il Milan in questa posizione di classifica, anche per la campagna acquisti estiva, dove si è deciso di non spendere molto. L’ambiente milanista vive di illusioni, quella dello scudetto è ormai passata, ora dobbiamo guardarci alle spalle per la lotta alla Champions”.

Sull’attuale Fiorentina? La spaventa la trasferta di Firenze?
“Bisogna prendere atto che, nonostante le difficoltà della stagione, ultimamente la Fiorentina sta facendo bene, mi riferisco alla rimonta in extremis col Parma e alla convincente vittoria di Benevento. Poi chi sta facendo la differenza è Vlahovic, un giocatore che è esploso con Prandelli e dal futuro roseo”.

Proprio su Vlahovic e sull’altro serbo dei viola, Milenkovic: negli ultimi tempi sono stati accostati a diversi top-club tra cui proprio il Milan...
“Vlahovic penso possa fare un gran comodo al Milan. Credo però che ci siano squadre con più disponibilità economica, i nostri investimenti sul mercato futuro dipendono molto anche dal risultato sportivo di quest’anno. Su Milenkovic, è un giocatore affidabile ma credo che il Milan si sia defilato, ci sono anche qui squadre anche dall’estero con più liquidità rispetto alla nostra. Dei viola ci sarebbe un altro giocatore che mi (ri)prenderei volentieri, Jack Bonaventura: negli anni da noi è sempre stato uno dei migliori anche nei momenti difficili, è un centrocampista completo che sa far bene le due fasi. Credo che la sua cessione sia stata troppo frettolosa, a questo Milan così giovane avrebbe fatto molto comodo un giocatore di esperienza”.

Ribery-Ibrahimovic, chi crede sarà decisivo domenica? Il fatto che siano ancora così determinanti è causa della loro qualità fuori scala o sintomo di un campionato, quello italiano, poco competitivo?
“Ribery è un giocatore che ha lampi di classe che possono cambiare il corso della partita, è il pericolo numero uno, da tenere in grande considerazione. Su Ibra,  non so dirvi se ci sarà ed in che condizioni sarà: dobbiamo vedere come va stasera, quanto giocherà e se accuserà qualche fastidio. Sulla seconda domanda difficile esprimersi, certo è che i risultati in Europa ed anche le partite giocate dalle italiane hanno mostrato come sia diametralmente opposto il modo di giocare, soprattutto per quanto riguarda i ritmi, ed evidenziato i limiti del nostro movimento. Difficile che ci siano giocatori di una certa età che reggono quei ritmi…”