C. MARTE, Posti auto, tranvia e tempi: i 140 dubbi

18.11.2022 22:30 di Luciana Magistrato   vedi letture
C. MARTE, Posti auto, tranvia e tempi: i 140 dubbi

Un percorso partecipato praticamente obbligato per una riqualificazione che interessa un'area così vasta e nevralgica di Firenze, con i cittadini interessati che hanno prima ascoltato come sarà il futuro dell'area stessa e poi hanno potuto sollevare eventuali dubbi e fare eventuali proposte tramite un sistema di raccolta tramite tavoli di lavoro. A questo è servito l'incontro pubblico tra il sindaco Nardella e i progettisti del restyling dello stadio Franchi e dell'area di Campo di Marte con i cittadini al Pala Mandela.

Incontro che ha visto la partecipazione di quasi 400 persone che hanno ascoltato con attenzione, dopo l'introduzione del sindaco e del presidente del quartiere 2 Michele Pierguidi, la descrizione dei progetti dello stadio e del quartiere da parte di tutti i progettisti presenti, con David Hirsch e Luca Stabile dello studio Arup (capogruppo) in testa nonché Mario Cucinella e Michele Olivieri di Mca e Luciano Cupelloni dell'omonimo studio.

Poi per un'ora i protagonisti sono stati i cittadini che attraverso dei referenti per ogni tavolo hannoespresso dubbi, quesiti e proposte (140 in tutto quelli raccolti). Questi saranno pubblicati in un report e verranno sottoposti agli stessi progettisti.

Le maggiori preoccupazioni, da un primo sguardo e dalle prime risposte del sindaco, riguardano la mobilità, la tranvia e l'accessibilità e su come verrà gestito il traffico durante i lavori, oltre che sulle tempistiche delle opere. Tanta la preoccupazione per i posti auto che inevitabilmente verranno meno per i residenti della zona e sul caos che rimarrebbe invariato durante gli eventi tanto che un tavolo si è particolarmente accalorato sull'argomento parlando con il sindaco stesso e applaudendo poi la proposta di Pierguidi su un'eventuale ztl viola (lasciando una cintura intorno al Franchi vietato alle auto). Il sindaco ha spiegato che dei parcheggi che verranno costruiti una sostanziosa parte dei posti saranno destinati proprio ai residenti tartassati ed ha assicurato loro anche uno sconto sulla Tari, come accaduto in altre zone interessate dai lavori. Ma con la tranvia, che porterà in un senso e nell'altro 8000 persone all'ora a Campo di Marte dove ci saranno tre fermate, e con la pista ciclabile, il Comune si augura un traffico ovviamente meno congestionato.

Uno dei quesiti ha riguardato anche il futuro dei campi del Cerreti che ovviamente scompariranno per fare spazio al parco ma Pierguidi ha annunciato che verrà realizzato un altro campo in via Palazzeschi a Coverciano così da non togliere opportunità alle società sportive. A proposito della manutenzione dei 47mila mq di parco questa, ha spiegato il sindaco, sarà a carico del soggetto privato che si farà carico dell'investimento (con gara pubblica contestuale per le aree esterne) e che si ripagherà con il commerciale e l'hotel (rivolto anche alla Fiorentina?). E i soli 5mila mq riservati al commerciale (contro ad esempio i 65mila mq dei Gigli) sono invece la risposta a chi teme di diventare un nuovo centro commerciale. E a questo proposito presente anche la famiglia di "Piera", dell'omonimo chiosco di panini adiacente al piazzale Maratona, interessata a capire quale sarà il suo futuro (nella foto il nipote).

Il direttore generale del Comune Giacomo Parenti ha infine ribadito le tempistiche: a dicembre 2022 verrà indetta la gara per l'appalto integrato per stabilire chi si occuperà della progettazione esecutiva e dei lavori del Franchi (il cui progetto definitivo verrà consegnato nel prossimo gennaio per la conferenza dei servizi) mentre nel 2023 verrà indetta la gara per le aree esterne. Un nuovo incontro con i cittadini sarà previsto dopo il progetto definitivo. 

Per poter vedere questo video hai bisogno di Flash, se devi installarlo segui il link: Installa Flash.