UNA POLTRONA PER DUE

21.11.2020 19:00 di Giacomo A. Galassi Twitter:    Vedi letture
UNA POLTRONA PER DUE

Alla fine il calcio è un gioco semplice: vince chi fa un gol più dell'avversario. Per questo la scelta di quello che sarà l'attaccante della nuova Fiorentina di Cesare Prandelli diventa fondamentale: chi sarà il bomber in grado di fare ciò che Toni prima e Gilardino poi fecero alla corte del primo Prandelli?

Gli indiziati non sono più tre ma due: Cutrone e Vlahovic, con Kouame che come noto parte per un posto da esterno o seconda punta (l'assenza di Callejon dai convocati lo candida ad una maglia da titolare in casa di 4-2-3-1). In settimana sono scesi in campo gli agenti dei due attaccanti viola. Prima Ristic, che ai nostri microfoni ha raccontato il pensiero di Vlahovic dopo una settimana importante in Nazionale, poi Branchini, agente di Cutrone che spera il suo assistito abbia più chance di giocare di quante non ne abbia avute con Iachini.

I numeri per ora non fanno pendere la bilancia da nessuna delle due parti, se consideriamo che Vlahovic ha realizzato un gol in 301 minuti di gioco e Cutrone deve ancora trovare la prima gioia della stagione in 112 minuti totali. Cifre che per forza di cose dovranno cambiare con il nuovo corso: tanto delle speranze di risalita della Fiorentina passano dai piedi delle due giovani punte. Che possano vivere una nuova primavera con Cesare Prandelli.

Alla fine chi si prenderà la poltrona al centro dell'attacco viola?