MONTELLA, Avrei voluto incidere nel mercato viola

02.04.2020 15:18 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
MONTELLA, Avrei voluto incidere nel mercato viola

L'ex allenatore della Fiorentina Vincenzo Montella ha parlato così ai microfoni di Sky Sport: "Ho alcuni amici che non stanno bene. Un abbraccio a tutti loro. Io per fortuna sto bene".

Ricordi di quando arrivò Batistuta alla Roma: "Quando arrivò Batitusta ci fu per circa un mese uno spot pubblicitario dove si diceva che la società aveva promesso a Batistuta la maglia numero nove. In realtà poi io con Bati ci ho parlato e lui mi disse che non aveva mai chiesto la maglia. Anzi, se me l'avesse chiesta gliela avrei lasciata".

L'esperienza migliore da allenatore? "Appena ho iniziato sicuramente. Quando sono stato catapultato dai giovani alla prima squadra. Quel salto mi diede grandissima responsabilità. Poi mi sono trovato bene da tutte le parti. Alla Fiorentina, alla Samp, alla Roma, al Milan che era il mio sogno. Il mio idolo è stato sempre Van Basten".

Cosa non è andato bene nella seconda parentesi viola? "Difficile parlare della Fiorentina da esterno. Ho grandissimo affetto per tutti quelli che lavorano per la Fiorentina. Io credo che in quest'ultima parte stavamo onorando gli obiettivi facendo crescere i giovani. Mi sentivo che avremmo potuto lavorare bene. Mi sarebbe piaciuto incidere sul mercato di gennaio, perché era normale che la rosa sarebbe stata rinforzata".

Se si rivede in Dybala. "Mi rivedo un po' in Dybala. Lo Monaco me lo disse già ai tempi del Catania quando Dybala giocava nella Serie B Argentina".

Sul calcio moderno: "C'è più tatticismo rispetto a prima e l'attaccante sicuramente è più tutelato rispetto a quando giocavo io".

Sulla Roma di quest'anno: "Fonseca è tra gli allenatori che mi ha sorpreso di più. Quando l'abbiamo affrontata nel loro momento migliore, la partita è stata poco competitiva. Mi ha sorpreso tantissimo come squadra. Mi piace molto, come il suo allenatore".