ITALIANO (DAZN), Panchina Bonaventura? Qua no gerarchie

11.02.2024 15:40 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
ITALIANO (DAZN), Panchina Bonaventura? Qua no gerarchie
FirenzeViola.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina, ha parlato ai microfoni di DAZN al termine del match di Serie A contro il Frosinone. Ecco le sue dichiarazioni: “Se mancava l’attaccante che buttasse in porta in pallone? L’allenatore psicologo si fa tutte le settimane , tutti i giorni. Forse in questa siamo riusciti a toccare le corde giuste vincendo finalmente la prima partita del 2024. Abbiamo fatto una bella partita dopo tanto tempo ea approcciandola così è normale che poi la indirizzi. Sono contento dei gol degli attaccanti, del primo gol di Belotti che è arrivato con una voglia incredibile. Finalmente otteniamo questa vittoria. Abbiamo pagato in questo mese troppi errori da parte nostra. Da quelli dal dischetto fino ad arrivare ai quattro minuti di Lecce. Spesso abbiamo momenti in cui stacchiamo la spina perché perdiamo partite e poi non metti punti dentro la tua classifica e quindi dobbiamo sempre poi rincorrere. La fame e il furore oggi ci hanno permesso di ottenere la vittoria che dedichiamo al presidente che ci sta sempre vicino e alla curva che ci sostengono sempre. Con loro abbiamo avuto un bel confronto e penso che questa vittoria sia la conseguenza di quello che ci siamo detti ieri".

Perché la società deve sempre ribadire la fiducia ad Italiano? "Quello non lo so. Io credo che nel momento in cui che chi mi circonda mi dà fiducia sempre per me il resto conta poco. Il presidente è sempre lì a confermarla, ci siamo sentiti anche adesso e si è emozionato per quello che ha visto oggi. Il presidente lo merita per tutto quello che fa per la squadra".

Beltran dietro la punta con Belotti soluzione da riproporre? "L’abbiamo già adottata, ma altre volte non è andata benissimo; invece, lavorandoci con Beltran più staccato adesso abbiamo un’altra opzione. Quando inizieranno gli impegni ogni tre giorni avremo bisogno di tutti sia a livello di uomini sia a livello di soluzioni. Siamo pronti a tutto.

Bonaventura in panchina in vista del Bologna mercoledì? Bisogna trovare l’assetto migliore in base anche agli avversari, in base allo stato di forma. Da domani si ricomincia, qui da quando ci sono io gerarchie ne esistono poche".

Il gol subito? "Potevamo evitarlo perché è bravissimo Ikoné a ripiegare, ma poi abbiamo preso gol. Succede. Nico ha detto che non sapeva di avere un piede destro? Nico può lavorare su quella fascia perché ha spunto e può venire spesso a calciare. I gol belli vanno fatti anche con il piede debole.

Di Francesco? Eusebio sta facendo grandi cose, con una squadra giovane e neopromossa, io ne so qualcosa. Sta facendo grandi cose e si esprimono bene. Nel percorso può capitare di perdere qualche partita".

Se la Fiorentina è tornata? "Nì”.