HALLFREDSSON, Domenica gara tosta. De Paul...

22.11.2019 20:00 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Radio Bruno Toscana
© foto di Federico Gaetano
HALLFREDSSON, Domenica gara tosta. De Paul...

Emil Hallfreðsson, ex bandiera dell'Hellas Verona, ha parlato così della sua situazione attuale e della gara di domenica tra la sua ex squadra e la Fiorentina: "Ancora sono svincolato perché non sono riuscito a trovare la squadra giusta per me. Mi sto allenando in Islanda con la squadra dove sono cresciuto calcisticamente per farmi trovare in condizione quando arriverà una chiamata da qualche club. Mi ha fatto piacere l'interesse della Roma nei miei confronti ma forse erano solo voci".  

Che partita si aspetta domenica?
"L'Hellas ha iniziato molto bene questa stagione e mi aspetto una gara tosta. Io spero sempre che il Verona vinca tutte le partite però anche la Fiorentina ha una squadra forte. Credo che sarà una sfida bella e interessante. La formazione di Jurić non sta segnando molto nonostante in difesa stia facendo vedere grandi cose. I viola devono stare attenti a tutto e devono pensare a fare la loro partita". 

Come giudica la stagione della Fiorentina fino adesso?
"Non ho seguito moltissimo ma so che avrebbe potuto fare più punti di quanti ne ha fatti realmente. Hanno una squadra molto forte e hanno tutte le carte in regola per fare una bella stagione. Il centrocampo mi piace molto. Pulgar, Badelj e Castrovilli sono dei centrocampisti davvero bravi. Mi sembra un bel mix". 

Dove può arrivare la Nazionale italiana con Chiesa e Castrovilli?
"Mancini ha fatto un bellissimo lavoro riuscendo ad ottenere trenta punti su trenta. Vedremo una bella Italia questa estate agli Europei. Chiesa è molto forte, se gioca bene può aiutare tantissimo questa Nazionale. Ovviamente non c'è solo lui, ci sono tanti altri giocatori azzurri di qualità. Castrovilli non lo conosco benissimo ma tutti mi parlano bene di questo calciatore e quindi mi fido".

Che ne pensa dell'operato di Pradè a Firenze?
"Per me Daniele è un grandissimo direttore sportivo. Un bravissimo uomo e professionista. Mi ha riportato proprio lui all'Udinese l'anno scorso e per questo non smetterò mai di ringraziarlo. Non voglio giudicare il suo calciomercato però credo che se lui fa un operazione è per un motivo serio". 

Lei è mai stato vicino alla Fiorentina?
"Non lo so, non penso. Ci sono sempre state voci su un mio possibile trasferimento a Firenze ma finché non c'è la firma sul contratto restano solo voci".

Lei ha giocato con De Paul. Come lo vedrebbe in maglia viola?
"Ce lo vedrei benissimo. Ma non lo vedrei bene solo alla Fiorentina. Lui è veramente forte, può giocare in qualsiasi squadra in Serie A. Rodrygo è un calciatore che mi è sempre piaciuto".

C'è qualche giocatore islandese che vedrebbe bene nel nostro campionato?
"Io sono convinto che un calciatore che farebbe benissimo in Italia è Gylfi Sigurðsson dell'Everton. Lui è un vero numero dieci che sa usare benissimo sia il piede destro che il sinistro. In più forna tanti gol e assist".