NUNO GOMES A FV, PRESTO TORNERÒ AL FRANCHI. SIMEONE...

Esclusiva di Firenzeviola.it
19.11.2018 13:30 di Redazione FV Twitter:   articolo letto 2482 volte
Fonte: Da Amsterdam, Simone Bernabei
NUNO GOMES A FV, PRESTO TORNERÒ AL FRANCHI. SIMEONE...

Nuno Gomes, ex attaccante della Fiorentina con un trascorso da dirigente del Benfica, ha parlato ai microfoni di Firenzeviola.it a margine del WyScout organizzato ad Amsterdam: 

Cosa pensa di questa Fiorentina?
"Hanno iniziato bene la stagione e secondo me manca forse qualche punto che hanno perso in trasferta. In casa sono molto forti ed è difficile batterli. Se riescono a conquistare qualche altro punto lontano dal Franchi, potranno salire in classifica. Lotteranno fino alla fine per le prime posizioni. Hanno una bella squadra e hanno un ottimo allenatore". 

Il gol manca molto a Simeone, che consiglio sente di potergli dare?
"E' un periodo. Gli attaccanti passano da questi momenti nel corso di un campionato. Servono calma e pazienza. Io come ex calciatore gli posso solo dire che deve continuare a lavorare sempre più forte e cercare di non perdere la testa, restando concentrato. Dovrà farsi trovare al posto giusto nel momento giusto. Sono sicuro che potrà sbloccarsi perché certe volte, gli attaccanti, fanno gol anche senza sapere come (ride)". 

La Fiorentina l'hanno scorso è stata colpita da un grave lutto, ovvero la morte di Astori. Cosa ha pensato in quei momenti? 
"Anche al Benfica è successo qualcosa di simile come Miklos Feher, giocatore che è morto in campo. Ho ricordato quel brutto periodo. Sono stati momenti brutti per tutti che ci auguriamo non debba più vivere nessuno. La città, la squadra e la società hanno reso onore ad Astori nel migliore dei modi. E' stato un esempio per tutti, come uomo e come calciatore". 

Un saluto ai tifosi viola?
"Prima o poi tornerò a vedere una partita. Mio figlio me lo chiede spesso. Vorrei fargli conoscere il Franchi perché lo abbiamo visitato solo da fuori. Ho lasciato molti amici a Firenze con cui parlo spesso. Firenze per me è stata una grande esperienza e anche per la mia famiglia. E' finita in modo brutto, però sono contento che la Fiorentina sia tornata quella squadra forte in cui ho giocato anche io".