EX ALL.GRONINGEN A FV: "VI RACCONTO PERCHÉ VOLLI NGONGE. SEGNEREBBE ANCHE A FIRENZE"

04.01.2024 20:00 di Giacomo A. Galassi Twitter:    vedi letture
EX ALL.GRONINGEN A FV: "VI RACCONTO PERCHÉ VOLLI NGONGE. SEGNEREBBE ANCHE A FIRENZE"
FirenzeViola.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Danny Buijs è l'uomo che forse più di tutti ha contribuito a fare di Cyril Ngonge il giocatore che è oggi. Lo ha scelto e portato al Groningen quando il classe 2000 - allora appena ventenne - non riusciva a dare continuità al suo talento. "Non sono sorpreso stia facendo bene in Italia all'Hellas - racconta in esclusiva a Firenzeviola.it - è un giocatore speciale. Lo vidi quando giocava per l'RKC Waalwijk in Olanda e rimasi subito folgorato dalle sue caratteristiche tecniche. È molto creativo e riesce a segnare con entrambi i piedi ma anche di testa, per questo lo portai al Groningen. All'inizio per lui fu difficile da noi perché era una squadra molto sbilanciata e giovane, ma per me fu un piacere lavorare con lui. È un grande professionista e sa cosa vuole. In più può crescere ancora perché è giovane: sarebbe un buon trasferimento per lui ma anche per la Fiorentina".

In passato raccontò che all'inizio ci fu anche qualche problema nel farlo adattare alla nuova realtà.
"In tutte le situazioni un allenatore deve essere come un padre che deve essere severo. Cyril è un giocatore speciale e onesto, molto diretto e qualche volta in una rosa hai 25-26 persone tutte diverse. A volte bisogna guardare più all'equilibrio della squadra ma con lui non ci sono stati mai grandi problemi, è stato un rapporto come quello di un padre con un figlio".

Suggerirebbe Ngonge alla Fiorentina?
"Per me non è semplice dirlo perché il calcio è molto particolare. Sicuramente per lui è stata un'ottima scelta venire in Italia e lasciare l'Olanda. Sta facendo un bel lavoro all'Hellas e deve sapere che se viene a Firenze va in una dimensione diversa. Lui è in grado di segnare anche per la Fiorentina ma ci sono tante variabili. Bisogna vedere, ma sono sicuro che potrebbe fare diversi gol a Firenze".

Un parere sulla Fiorentina vista dall'esterno se lo è fatto?
"Giocavo nel Groningen che si qualificò per l'Europa, poi l'anno dopo il club sfidò la Fiorentina ma io l'avevo lasciato per il Feyenoord. Ma so quello che mi hanno raccontato tutte le persone che affrontarono la Fiorentina, è un club speciale. Per Cyril sarebbe un grande passo in avanti andare a Firenze".