FIORENTINA, NO, COSÌ NO!

La Rubrica settimanale di Carletto, Speaker di RTL 102.5
21.09.2011 00:00 di Carletto Nicoletti   Vedi letture
FIORENTINA, NO, COSÌ NO!

No così le cose non vanno per niente bene. Già da stasera con il Parma la squadra dovrà dimostrarci che Udine è stato solo un episodio. Opinione personale: non mi è piaciuto per niente il comportamento della società, e di una parte dei tifosi, nei confronti del nostro, fino a qualche tempo fa, capitano Montolivo. Gli riconosco solo una colpa (o merito!), l’aver detto, qualche mese fa ormai, quindi a mercato ancora fermo e presupposti negativi, la verità su quelli che erano i suoi pensieri. Che motivo c’è di accanirsi contro di lui, come già ho avuto modo di dire, non credo convenga a nessuno che giochi male e di conseguenza vada in panchina se non in tribuna, come molti si auspicano. Piuttosto riflettiamo sul fatto che è da due anni che si sapeva quale fosse la situazione e per tutta risposta l’anno scorso fu comprato anche D’Agostino, salvo poi, dopo un esborso di quasi 8 milioni di euro (?!?!?!?) renderlo all’Udinese, che a sua volta lo ha dato al Siena, 2,5 milioni di euro per la metà, dove domenica contro la Juve è risultato, dopo Pirlo, il migliore in campo. Vabbè lasciamo perdere… Per chiudere il discorso Montolivo, io lo sfrutterei al massimo questa stagione, vuole fare gli Europei, ha bisogno di giocare altrimenti Prandelli non lo convoca, sarebbe da autolesionisti contestarlo e magari toglierlo di squadra e spedirlo in tribuna; al momento chi sarebbe il suo sostituto? E poi chissà, magari inanella una bella serie di buone prestazioni, la squadra vince e lui farà anche un pensierino per rimanere a vita a Firenze, ah già perché a molti forse non è chiaro che lui la scorsa settimana non ha detto che non vuole rinnovare, o chiuso la porta in faccia alla società su ogni possibile contrattazione, aveva solo chiesto di aspettare il rientro dagli USA del suo procuratore. Inspiegabile tutta questa fretta nel crocifiggere un giocatore da 7 anni in maglia viola… mah!
Sono rimasto sorpreso dal cambiamento di mentalità della squadra: con il Bologna una macchina da guerra, con l’Udinese una macchinina dei Playmobil. A pensar male si potrebbe notare che il Bologna domenica ha perso in casa con il Lecce, ma io ricordo le partite delll’anno scorso anche con avversari abbordabili, per usare un francsismo: “Eh si faceva cahare…  via!”
Stasera c’è il Parma: l’avessimo incontrato dopo la partita con il Bologna non avrei avuto nessun dubbio sul risultato finale, ma dopo aver visto la partita con l’Udinese, ho i brividi! Mi è sembrato di rivivere i match dell’anno scorso, mamma mia speriamo di no.
E’ triste dirlo, ma per fortuna non gioca Giovinco, il più in forma del Parma nonché capocannoniere con Cavani. Gioca IL TANQUE dal primo minuto, con Babacar scalpitante in panchina dopo gli exploit in Primavera ( tornarci gli sarà servito per capire che per giocare in Serie A bisogna avere un’altra mentalità e un diverso approccio ad allenamenti e altro????!). Non ci resta che aspettare il 90° per augurare al Gila una pronta e immediata guarigione, oppure consigliargli di riprendersi con calma... Tanto ci pensa Santiago Silva ( sto incrociando ogni parte incrociabile del mio corpo!!!!)

Il mio blog: http://www.carlettoweb.com
La mia mail: carletto@rtl.it