CUADRADO, Tanti momenti duri. Non mangiavo per...

07.12.2023 20:40 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
CUADRADO, Tanti momenti duri. Non mangiavo per...
FirenzeViola.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Ai microfoni di DAZN, durante il programma New Brothers, Juan Cuadrado ha parlato così dei suoi esordi nel mondo del calcio: "Ho iniziato a giocare a calcio da piccolo, avevo cinque anni. La passione per questo sport è stata un dono arrivato dal cielo, sono nato per giocare a calcio e non so cosa avrei fatto se non avessi fatto il calciatore. Mi piaceva molto Ronaldinho e il Fenomeno Ronaldo”.

Sul primo ruolo: “Ho fatto il trequartista quando giocavo nelle giovanili in Colombia, poi ci sono stati alcuni infortuni di compagni e mi hanno spostato terzino per emergenza. Ho segnato e alla fine sono rimasto in quel ruolo”.

Sui momenti difficili: “Ce ne sono stati molti, il più difficile quando feci dei provini in Argentina. A volte non mangiavo o solo una volta al giorno, ero concentrato sull’obiettivo di diventare calciatore. Poi sono tornato in Colombia dopo sei mesi ed è arrivata l'opportunità di un provino con l'Indipendiente Medellin. Poi sono rimasto lì".