ANTOGNONI A FV, Ardico e quelli del '56, che ricordi

06.07.2020 11:25 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Luciana Magistrato
ANTOGNONI A FV, Ardico e quelli del '56, che ricordi

Presente al funerale di Ardico Magnini, il club manager Giancarlo Antognoni ha rilasciato qualche battuta a FirenzeViola.it. Le sue parole: "Tutti ricordiamo Ardico con grande affetto. Ci siamo visti anche due o tre mesi fa e mi dispiace molto. Era toscano, di Pistoia anche se poi è rimasto a Firenze. Quel gruppo di giocatori ha aperto la strada alla Fiorentina a livello di ambizione: chi vince per la prima volta è ricordato forse più degli altri. Una formazione che ricordiamo tutti a memoria. Piano piano stanno scomparendo tutti, ma l'importante è che resti il ricordo di quella grande squadra".

Un'unione diversa rispetto ad oggi, in quella squadra...
"I tempi cambiano. Cambia tutto, anche il calcio. Forse l'unità che c'era in quegli anni è scomparsa. Non perché i giocatori di oggi non vogliano stare insieme, ma perché ci sono dei meccanismi diversi che ti fanno isolare anche in ritiro. Non c'è più la partita a carte o a biliardo, ora si sta al telefonino. Poi in campo cerchi comunque sempre di dare il massimo e di giocare di squadra, visto che oggi fa ancora più la differenza".

La vittoria di ieri?
"Ci voleva. Questi tre punti sono importanti, anche per i giocatori perché a parte con il Sassuolo le altre le hai giocate. Ora la classifica è più tranquilla. Abbiamo due partite importanti con Cagliari e Verona: prendiamo più punti possibile per poi proporre qualche giocatore che scalpita".

Castrovilli?
"Succede che dopo tante partite possa avere un piccolo appannamento. Su di lui abbiamo tutti grande fiducia: sarà il nostro giocatore che riuscirà a fare un ottimo fine campionato. Cercherà di dare il massimo contributo".