CORRIERE, Che caos nella Lega: la ricostruzione

23.11.2022 11:00 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
CORRIERE, Che caos nella Lega: la ricostruzione
FirenzeViola.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Caos in Lega: il Corriere dello Sport prova a ricostruire la vibrante Assemblea di ieri pomeriggio (qui trovate il punto di FirenzeViola.it), evento che di fatto ha visto sette club di Serie A andarsene prima dell'inizio della discussione. Atmosfera che si è riscaldata subito per l'eccessiva attesa, secondo Aurelio De Laurentiis, per l'avvio dell'Assemblea. Il patron del Napoli, decisamente arrabbiato, si è lamentato per un ritardo causato dalle discussioni preliminari ed ha denunciato "Non è possibile, qui si perde solo tempo". Il presidente della Lazio Claudio Lotito ha provato a placare l'ira di ADL senza però successo, anzi ottenendo di contro la rabbia del collega, che l'ha accusato di essere il "padre-padrone" all'interno dell’ambiente. De Laurentiis ha coinvolto anche Casini, presidente della Lega di Serie A accusato di seguire pedissequamente lo stesso Lotito

 Dopo che il numero uno del Napoli ha lasciato gli uffici della Lega, altri 5 club, Juventus, Inter, Milan, Roma e Monza, hanno deciso di fare lo stesso. Per ragioni diverse, però: oltre al ritardo, infatti, hanno ritenuto che il clima venutosi a creare non era adatto per un’Assemblea. Di lì a poco -scrive il Corriere- è uscita anche la Fiorentina, confermando l'abituale allineamento a De Laurentiis. 

L'Assemblea è finalmente cominciata, visto che i 12 club rimasti (il Torino non si è nemmeno presentato) erano sufficienti per il numero legale. Il primo punto all’ordine del giorno era l’elezione del consigliere al posto di Giulini, con Lotito che cercava di convogliare i voti su Rebecca Corsi, figlia del presidente dell’Empoli.  Scelta osteggiata dalle grandi, che non hanno quindi partecipato ad una votazione rinviata al 5 dicembre.