TOSTO A RFV, TURNOVER CON L'EMPOLI? MACCHÉ. SOTTIL ARRIVERÀ IN NAZIONALE

19.08.2022 16:45 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
TOSTO A RFV, TURNOVER CON L'EMPOLI? MACCHÉ. SOTTIL ARRIVERÀ IN NAZIONALE
FirenzeViola.it

L'ex calciatore della Fiorentina, ed attuale procuratore, Vittorio Tosto, ha parlato in esclusiva a Radio Firenzeviola per dire la sua in merito alle possibili scelte di formazione di Vincenzo Italiano e altri temi importanti in casa viola.

Vedremo turnover più pronunciato?
"Nella prima fase di campionato credo che il turnover sia l'ultimo dei pensieri di Italiano. Siamo solo all'inizio, dopo 180 minuti vogliamo davvero dare così tanta importanza al turnover? La Fiorentina giocherà un derby tosto, in un campo difficile. Il prossimo step è il Castellani e Italiano sono sicuro metterà in campo quelli più in forma".

Bajrami sarebbe il profilo adatto per lei? Poi dove lo vedrebbe meglio in campo?
"Bajrami è uno che determina le partite anche e soprattutto entrando dalla panchina. Accadde nell'ultimo derby: entrò e ribaltò il risultato a favore dell'Empoli, che si giocava, come ogni derby coi viola, la partita dell'annoi. Lui sa giocare in più ruoli, è bravo a ricevere palla tra difesa e centrocampo e quando ti punta sono dolori. Fa la differenza all'Empoli e anche alla Fiorentina, ovunque lo metti, anche dalla panchina, farebbe molto comodo".

Su Zurkowski: "Personalmente non metterei in dubbio Zurkowski. La Fiorentina è una squadra di livello medio-alto e gioca tre competizioni: è giusto che per mantenere queste ambizioni ci siano giocatori che danno garanzie come il polacco, che ritengo assolutamente indispensabile. Lo puoi utilizzare contro chiunque, è di sicura affidabilità".

Dove può arrivare Sottil? Può essere incisivo come Gonzalez?
"Nel 2003/2004 giocavo nel Genoa, insieme ad Andrea Sottil. Riccardo (Sottil) aveva 4 anni e giocava a pallone nel corridoio con mio figlio. Ho visto crescere questo ragazzo e fin da quando era in under 19 già vedevo che era forte. Quando andò via Chiesa dissi che Sottil sarebbe stato il suo sostituto e che addirittura sarebbe diventato più forte. Adesso Riccardo sta crescendo, sta diventando uomo: è forte, veloce, dribbla, fa assist, gol e si trova nell'ambiente giusto, perchè Firenze sa esaltare questi giocatori. Sono sicuro che arriverà anche in nazionale".