IL BLOB VIOLA, Jovetic e la conferenza di DDV

Terzo episodio del Blob viola, episodi curiosi e non dell'anno gigliato
25.12.2010 18:30 di Marco Sarti   Vedi letture
© foto di Giacomo Morini
IL BLOB VIOLA, Jovetic e la conferenza di DDV

Comincia la nuova stagione. In panchina un nuovo mister, SInisa Mihajlovic e nel cuore dei fiorentini un grande vuoto. Cesare Prandelli è stato chiamato in Nazionale per risollevare le sorti della selezione dopo il disastro mondiale del Lippi-bis. Firenze è spiazzata ed un pò malinconica. Tuttavia Mihajlovic riesce ad accendere i tifosi con le sue conferenze show e le sue dichiarazioni "bellicose", la prima stagione del post-Prandelli nasce sotto grandi speranze:

03-08-2010: Il pianto di Jovetic e quel doppio passo finito male.
La Fiorentina versione 2010/2011 ha un’unica grande stella, Stevan Jovetic. Eppure quando proprio le stelle non te ne mandano una giusta succede anche che il giocatore su cui tutto puntavi fa crack. Ed è un crack serio, serissimo. Rottura dei legamenti crociati con interessamento del menisco. Jo-jo mentre cerca di saltare Bolatti con un doppio passo, sente che il ginocchio si schioda dalla sua collocazione naturale, si stacca ed un dolore acutissimo lo invade. Piange Stevan perchè si accorge subito che c’è qualcosa che non va, il ginocchio non ha retto e per lui e la Fiorentina è un Martedì nero.
Il gioiellino del Montenegro ne avrà per almeno 7 mesi. La società sembra del tutto spiazzata, un normale giorno di ritiro estivo si trasforma nello spartiacque della nuova stagione.
22-10-2010: Berat Recaj ed “Il Mutu Furioso”.
Mentre Berat Recaj lavora in una nota discoteca fiorentina, Mutu esce con gli amici e si dirige verso il locale. Nella discoteca, Adrian, beve con gli amici e chiede che il conto gli sia addebitato sul suo conto personale. Berat non ci sente e chiede che venga fatto il saldo del conto, la discussione si anima fino al momento che esplode in un litigio tra pugni e cazzotti. Avrà la peggio il cameriere Berat che riporterà numerose ecchimosi e contusioni sia sul viso che sul corpo. Ancora una volta Firenze si interroga sulle vicende extra-calcistiche di Mutu, il giocatore a poco meno di due giorni dall’attesissimo ritorno in campo (che avverrà poi a Catania) sale di nuovo alla ribalta delle cronache, e questa volta per una vicenda su cui si aprirà anche un procedimento penale. “Il Mutu furioso” si presenta in una notte d’autunno. Mentre tutti i tifosi aspettano un suo ritorno al gol sul campo, lui inciampa in un’altra questione che, suo malgrado, riporta l’attenzione sulla sua vita privata. La vita privata però è soltanto sua, il campo dirà poi che il fuoriclasse rimane e quello si, è di tutti i fiorentini.
05-11-2010: Mamma Ebe e la conferenza dell’Hotel Villa Medici.
Ultimo episodio degno di nota di questo sfortunato 2010 è la conferenza stampa di Diego Della Valle presso l’Hotel Villa Medici datata 5 Novembre. In quei giorni scoppia, a mezzo stampa, una fortissima polemica tra il patron ed il giornalista Oliviero Beha. Motivi della discussione mediatica sono la Fiorentina e l’impegno dei Della Valle nella città. Diego approfitta della conferenza per parlare a tutto tondo di Fiorentina, Cittadella, stampa locale e progetti per il futuro. E non manca di apostrofare qualche giornalista come un “mamma Ebe” della situazione, cioè un venditore di fumo, un truffatore che vive sulle spalle della squadra. Ricordiamo: Mamme Ebe è una presunta santona che esercitava nei dintorni di Pistoia ed è ad oggi condannata a sette anni di reclusione per truffa ed esercizio abusivo della professione medica. Insomma “Mister Tod’s” il 5 novembre non le manda a dire, quel giorno Diego Della Valle si leva tanti sassolini dalle scarpe che talvolta sembrano massi, macigni. E nel mezzo la Fiorentina. In quella sede si parlerà di progetti futuri, di nuovi investimenti in città e sulla squadra. E’ il prologo alle parole di speranza pronunciate dal fratello Andrea al più tardi di 10 giorni fa, la Fiorentina si rilancia e il mercato di Gennaio ne è il trampolino.