ZMUDA A FV, DRAGOWSKI SARÀ DA NAZIONALE MAGGIORE. DIAMO UN PO' DI TEMPO A ZURKOWSKI

20.11.2019 20:00 di Dimitri Conti Twitter:    Vedi letture
© foto di Marucci
ZMUDA A FV, DRAGOWSKI SARÀ DA NAZIONALE MAGGIORE. DIAMO UN PO' DI TEMPO A ZURKOWSKI

A Verona ha giocato solamente per un biennio, condizionato dagli infortuni, ma Wladyslaw Zmuda, ex difensore polacco, conserva comunque un ottimo ricordo dell'Italia, e della città scaligera. Da connazionale dei vari Dragowski e Zurkowski, noi di FirenzeViola.it lo abbiamo contattato in esclusiva per approfondire alcuni temi legati all'Hellas, prossima avversaria dei viola in campionato, ma anche per considerazioni sui due sopraccitati calciatori della Fiorentina. Cominciando dalla sponda gialloblù, quella che conosce meglio, esordisce: "Vedo che stanno giocando bene... Per il momento è una sorpresa vederli a metà classifica dopo gli ultimi anni passati tra Serie A e B, e mi fa piacere. Anche perché ci sono anche due polacchi in squadra, Dawidowicz e Stepinski. Il momento è buono, e spero che tengano fino al termine del campionato".

Passando invece ai due polacchi viola, che ne pensa di Dragowski?
"All'inizio faceva la riserva, poi è andato in prestito all'Empoli ed è stata una buona manovra, visto che quando è tornato è stato lui il titolare. È un portiere davvero forte, potrebbe proseguire la grande tradizione recente di portieri polacchi".

Potrebbe arrivare alla porta della Nazionale maggiore, secondo lei?
"Sì, credo possa farcela. Non è il solo, i giovani portieri polacchi di qualità sono molti, ma se continuerà così, giocando titolare a Firenze, allora sì: la porta della Polonia lo aspetta".

Passando a Zurkowski, se ne sente parlare molto bene ma fin qui sta giocando poco...
"È un buon calciatore ma è normale che abbia bisogno di un po' di tempo per abituarsi all'Italia. Stiamo aspettando tutti che cominci a giocare con regolarità così da poter approdare fisso nella selezione maggiore".

Può darsi che si sia trasferito troppo presto a Firenze?
"No, non credo. Anche Lewandowski se ne andò dalla Polonia quando aveva la sua età... Ci vuole pazienza, può darsi che gli serva ancora un po' di tempo per conoscere meglio il campionato italiano".