UN POSTO ALTROVE. INFANTINO CERCA IL GIUSTO PRESTITO A GENNAIO

07.12.2023 19:00 di Dimitri Conti Twitter:    vedi letture
UN POSTO ALTROVE. INFANTINO CERCA IL GIUSTO PRESTITO A GENNAIO
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca 2023 @fdlcom

Qualcuno avrà forse sollevato un sopracciglio ieri sera quando, al rientro dall'intervallo tra primo e secondo tempo, ha visto tra i quattro giocatori chiamati ad entrare dalla panchina da mister Italiano anche la figura di Gino Infantino. Il classe 2003 sta vivendo un adattamento abbastanza complicato con la realtà della Fiorentina: quella di ieri era la sua ottava apparizione in viola, sempre subentrando.

Zero gol segnati e un assist, un passaggio semplice semplice per Lopez che col Cukaricki ha insaccato dalla lunga distanza e la sensazione che ancora Italiano per primo non abbia trovato la corretta sistemazione sul rettangolo verde per l'italo-argentino. A volte trequartista centrale, a tratti persino nei due mediani, nelle ultime due uscite invece è stato testato in una posizione da esterno offensivo d'attacco nella quale non è parso del tutto a suo agio, anzi ben poco. Normale che da una parte lui e il club dall'altra stiano già pensando a come proseguire al meglio questo rapporto non iniziato nel segno del decollo. L'ipotesi che si sta facendo sempre più concreta è quella di un prestito in inverno per i sei mesi conclusivi della stagione.

E l'idea prediletta dal club, condivisa pure con l'entourage, è di provare a tenerlo in Italia così da fargli prendere le misure anche con cultura e stile di vita nel paese. Una bassa Serie A o una B di vertice le soluzioni preferite per un giocatore che ha comunque diversi estimatori: in Argentina, dove se ne è andato da pochi mesi ma ha lasciato tracce importanti pur se da giovanissimo, c'è la fila per riprenderselo e anche in Spagna alcune società hanno iniziato ad avviare colloqui. Ancora per definire la prossima squadra è presto, ma Infantino sta già cercando un posto altrove, in cui andare a giocare con maggior regolarità rispetto a Firenze e tornare poi a disposizione di Italiano dentro nuove vesti.