PAROLA AI DS: QUALE FUTURO PER FEDERICO CHIESA?

22.03.2019 20:00 di Mattia Verdorale Twitter:    Vedi letture
PAROLA AI DS: QUALE FUTURO PER FEDERICO CHIESA?

Sono tante le voci intorno al futuro del numero venticinque viola Federico Chiesa. Il talento del giocatore non è passato inosservato dalle big internazionali ma anche nazionali, tanto è che in questi giorni non si fa altro che parlare di lui, tra infortunio e futuro. Rimbalza la notizia che sul giocatore si sia fatta avanti in maniera aggressiva la Juve mettendo sul piatto un'offerta da 70 mln di euro più bonus. Per parlare del futuro del giocatore la redazione di FirenzeViola.it ha contattato in esclusiva alcuni ex dirigenti viola e non solo: Tito Corsi (direttore generale della Fiorentina per cinque stagioni sportive dal 1980), Fabrizio Lucchesi (nel 2003 ha svolto il medesimo ruolo per la società viola), Pino Vitale (ex direttore generale dell'Empoli) e Claudio Nassi (dal 1985 al 1987 direttore generale della Fiorentina). I quattro dirigenti sportivi si sono espressi così sul futuro di Federico Chiesa.

Tito Corsi: "Il ragazzo è maturo, è maturato già da un bel po' ed è pronto per il salto di qualità. Io sono dell'idea che quando capita l'occasione va colta e non va fatta passare. Il treno passa una volta sola. Anche perché magari tenendolo un altro anno il giocatore si potrebbe svalutare. Se il prossimo anno non dovesse afre bene come in questa stagione oppure dovesse infortunarsi la valutazione del ragazzo calerebbe. La valutazione che si fa di lui adesso (60-70 milioni) mi sembra più che giusta, non è assolutamente bassa. Se non dovesse rimanere in viola sarebbe meglio per lui che rimanesse in Italia perché quello italiano è un campionato che conosce già".

Fabrizio Lucchesi: "Chiesa è, in questo momento, il giocatore più giovane con maggiori qualità nel panorama italiano. E' sicuramente pronto per il fare il salto di qualità. La Fiorentina fa bene a dire "non lo vendiamo" ed a ribadire ciò perché dicendo così il prezzo del cartellino del giocatore si alza ancora di più. Io penso che andrà via, In Italia può andare all'Inter o alla Juve. Da qualche anno le valutazioni che si fanno nel mondo calcistico sono cresciute a dismisura. Però se penso a Bernardeschi che è stato venduto alla Juve per una cifra intorno ai 50 milioni, dico che Chiesa vale molto di più. Ha una valutazione superiore a quella fatta per Bernardeschi".

Pino Vitale: "Chiesa è un giocatore fortissimo ed è molto difficile che possa rimanere a Firenze. Se qualcuno si presenta alla Fiorentina con le cifre di cui si parla sarà complicato trattenerlo. E' fuori discussione che al ragazzo piace stare a Firenze e alla Fiorentina. Per me può giocare in qualsiasi big europea o italiana che però dovrà sborsare molto per averlo".

Claudio Nassi: "Io spero che Chiesa rimanga. E le spiego perché: intorno a lui si può costruire una Fiorentina davvero competitiva. Sono due le ipotesi che si possono fare intorno al giocatore: la prima è che ogni cosa ha un prezzo e che se qualcuno si presenta con quella cifra sarà difficile tenerlo. La seconda ipotesi è che la Fiorentina non può continuare a vivacchiare. Intorno ad un giocatore come Chiesa si può costruire una rosa davvero competitiva per far tornare la Fiorentina nelle posizioni che merita. Lo dice la storia dei viola: siamo stati abituati a vederla in ben altre posizioni. Giocatori come lui non hanno prezzo. Chiesa è troppo forte per avere un prezzo".