MALFITANO A FV, PRANDELLI, PUNTA SU CALLEJON! MILIK VA ALL'ESTERO

16.01.2021 11:00 di Riccardo Barlacchi Twitter:    Vedi letture
MALFITANO A FV, PRANDELLI, PUNTA SU CALLEJON! MILIK VA ALL'ESTERO

In vista della gara di domani tra Napoli e Fiorentina, noi di FirenzeViola.it abbiamo contattato Mimmo Malfitano, storica firma de La Gazzetta dello Sport direttamente da sotto il Vesuvio. Ecco cosa ci ha raccontato in merito alla gara di domani, al mercato e altro:

È la Fiorentina che deve aver paura del Napoli, o viceversa? 
"Sono due squadre che devono temersi. Per il potenziale che ha la Fiorentina, sicuramente può tenere testa a questo Napoli, che negli ultimi mesi sta evidenziando una mancanza di continuità nel gioco. Questo fatto ha messo in discussione il progetto tecnico iniziale. La Fiorentina è una squadra che andava collaudata e doveva ritrovare un’identità di gioco. Pare che Prandelli ci sia riuscito e ora stanno venendo fuori le individualità come Amrabat e Vlahovic, su cui si deve insistere perché hanno grande qualità. Il Napoli, dalla sua, ha la fase offensiva. La Fiorentina deve stare attenta".

Qualche mese fa ci disse che Firenze era perfetta per Callejon. È ancora dello stesso avviso?
“Penso di sì. Callejon a Firenze ha bisogno di ritrovarsi. Per 7 anni ha giocato con gli stessi compagni e per lunghe stagioni ha avuto gli stessi allenatori: due anni con Benitez, tre con Sarri e un anno e mezzo con Ancelotti. Credo che si debba lavorare sulla testa di questo ragazzo. Non è facile rientrare in Italia e adattarsi a un nuovo club. Do a Prandelli il consiglio di puntarci, perché è un giocatore di qualità, ma soprattutto di quantità”.

Capitolo Milik. Sembra vicinissimo al Marsiglia, c’è una remota possibilità che resti in Italia? Magari a Firenze…
“Il problema è ciò che il club può offrire al giocatore. Milik vuole uno stipendio di  5 milioni a stagione e non so se la Fiorentina se lo può permettere. Bisogna sentire anche la disponibilità di De Laurentiis. È sceso a 15 milioni e il Marsiglia gliene ha offerti 10 più 5 di bonus. Penso che il presidente accetterà, mi sento di escludere quindi che il giocatore possa restare in Italia”.

Che aria si respira nell’ambiente partenopeo?
“La serenità all’interno dello spogliatoio sì, anche se ci sono delle discordanza tra tecnico e giocatori. Le ultime dichiarazioni di Gattuso hanno contrariato un po' lo spogliatoio. All’interno le cose procedono, ma all’esterno l’entusiasmo va scemando. Ogni anni si parte con grandi ambizioni e poi alla fine ci si trova in Europa League grazie alla Coppa Italia".