FIRICANO A FV, Cagliari trasferta insidiosa. Su Chiesa...

08.11.2019 17:42 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
© foto di Lorenzo Marucci
FIRICANO A FV, Cagliari trasferta insidiosa. Su Chiesa...

L'ex difensore della Fiorentina, Aldo Firicano, è intervenuto ai microfoni della trasmissione "Garrisca al vento" curata da FirenzeViola.it per parlare dei principali temi di attualità di casa viola. Ecco cosa ha detto:

Che partita si aspetta tra Cagliari e Fiorentina?
"Ci saranno molte difficoltà in questa gara a partire da quelle oggettive visto che la squadra di Maran quest'anno ha una rosa molto molto forte, di grande qualità, che gioca bene come con l'Atalanta. Una squadra spumeggiante, con giocatori di personalità, di carisma. Infine c'è la condizione ambientale, Cagliari è un campo strano, c'è del vento, c'è una situazione di luce anche diversa alle 12:30... Insomma ci sono una serie di cose che rendono questa trasferta molto, ma molto insidiosa per la Fiorentina per cui sarà un banco di prova importante: se si dimostrerà quadrata e saprà gestire la partita potrebbe voler dire molto".

L'ex di turno, Giovanni Simeone, sarà l'osservato speciale del match.
"La prima stagione a Firenze è andata bene, la seconda ha avuto alti e bassi... Probabilmente è un ragazzo che deve sentire totalmente la fiducia dell'ambiente come magari poteva essere a Genova, non deve essere in discussione e vada lasciato giocare per le caratteristiche che ha ovvero grande generosità: credo che a Cagliari stia facendo questo, non gli diano molta pressione e che quindi stia dando il meglio nel contesto di una squadra che funziona. La paura è che questo gol dell'ex possa arrivare domenica, però al ragazzo, così come a Chiesa, sotto il piano dell'impegno nessuno abbia mai potuto dire niente".

Chi non si sta esprimendo ai suoi livelli è Federico Chiesa.
"Sicuramente non è la sua migliore stagione. Non ha lo smalto, la brillantezza e anche l'efficacia dei campionati scorsi, ma è un ragazzo giovane, bisogna avere pazienza, magari la situazione estiva ha influito. Ci sarà ancora un po' da aspettare per rivederlo al meglio però è un ragazzo generoso e credo che mai si tirerà indietro rispetto alla corsa, alla voglia di fare".

Castrovilli invece continua a stupire. È già pronto per la Nazionale?
"Assolutamente sì, non mi pare di vedere altri centrocampisti che abbiano un rendimento simile in questo momento o queste caratteristiche. È maturo per la Nazionale. È chiaro che poi lui dovrà trovare continuità e, per tutto il calcio italiano, ci auguriamo che possa incrementare questa sua crescita e che la mantenga anche negli anni futuri".