EX ALL. MALEH A FV: "NOTAI FIN DA SUBITO UN ALTRO PASSO. È UN LEADER. TOP PER ITALIANO"

19.07.2021 15:30 di Niccolò Santi Twitter:    vedi letture
EX ALL. MALEH A FV: "NOTAI FIN DA SUBITO UN ALTRO PASSO. È UN LEADER. TOP PER ITALIANO"

Youssef Maleh, che si è presentato quest'oggi in conferenza stampa, ha esordito tra i professionisti nelle fila del Ravenna. Era il gennaio del 2018 e i giallorossi lo avevano appena prelevato dalle giovanili del Cesena: "Notammo subito delle prospettive di crescita molto alte - dice in esclusiva a FirenzeViola.it l'allora tecnico del club romagnolo, Mauro Antonioli, dunque il primo allenatore tra i professionisti del classe '98 - Lo avevamo osservato bene in campo, ci piaceva per le sue qualità".

Mister, che giocatore arrivò a Ravenna?
"Ricordo che, nonostante venisse dalle giovanili, le prime volte che entrò in campo palesò fin da subito un passo diverso dagli altri. Ci diede una grandissima mano per concludere al meglio il campionato". 

Colpisce in positivo anche dal punto di vista umano.
"Sì è un ragazzo eccezionale, molto predisposto al lavoro. Si fermava spesso più del dovuto per migliorare tecnicamente e anche fisicamente. Vi assicuro che ha la testa giusta, è un grande acquisto".

Questo è un bene visto che Italiano non risparmia nessuno...
"Certo, anzi spesso ci sono giocatori forti ma limitati sotto l'aspetto mentale. Lui no. E credo che con la maniera di giocare di Vincenzo Italiano potrà dare tanto, ad esempio nel 4-3-3 può fare l'ala che copre gli spazi e aiuta in fase difensiva".

Quanto l'ha visto cresciuto?
"Ha fatto davvero due/tre stagioni ad alti livelli a Venezia e ha qualità tecniche e visione di gioco. E' un centrocampista moderno, sia in fase di possesso che di non possesso. Ha personalità, non gli scotta la palla tra i piedi, è un leader e soprattutto ha gamba, cosa oggi fondamentale".

Crede sia pronto per Firenze?
"Firenze è una piazza che vive per il calcio, è ambiziosa e quindi fa sentire il calore dei tifosi sia in positivo che magari in negativo. Ma penso che Maleh sia più che pronto per un'esperienza così importante".