AG. DRAGOWSKI A FV, BART LASCERÀ LA FIORENTINA. HO RICEVUTO MOLTE OFFERTE

14.06.2019 19:30 di Giulio Falciai   Vedi letture
AG. DRAGOWSKI A FV, BART LASCERÀ LA FIORENTINA. HO RICEVUTO MOLTE OFFERTE

Il futuro di Bartlomiej Dragowski sembra essere sempre più lontano da Firenze. Dopo la grandissima stagione fatta ad Empoli il portiere polacco non ha alcuna intenzione di tornare nel capoluogo toscano per essere il secondo di Alban Lafont. Per questo FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, il procuratore del portiere polacco, Mariusz Kulesza, per chiarire il futuro del suo assistito.

Come giudica l'esperienza ad Empoli di Dragowski?
"Bart ha collezionato prestazioni incredibili dimostrando di essere un grandissimo portiere. Fin da quando giocava in Polonia, al Jagiellonia, ha sempre fatto vedere ottime cose ma a Firenze, non avendo mai la fiducia del mister, non è mai riuscito ad imporsi. Ad Empoli però è stato diverso. Entrambi gli allenatori, Iachini e Andreazzoli, hanno dimostrato di credere in lui e il classe '97 ha risposto presente giocando gare da record. In particolare contro l'Atalanta ha fatto una partita mostruosa".

Il futuro del portiere polacco, quindi, sarà ancora in maglia viola?
"Quella della Fiorentina è una situazione molto complicata e atipica. Non so quante squadre al mondo possiedono dei portieri così giovani e forti come lo sono Dragowski e Lafont. È impensabile che due giocatori così bravi giochino nello stesso club, rischiano seriamente di annullarsi a vicenda. Per questo credo che con ogni probabilità Bart lascerà Firenze e la Fiorentina".

Se ne andrà a titolo definitivo o con un ulteriore prestito?
"Non ne sono certo di questo. So solo che un altro prestito non avrebbe senso per lui. Ormai è pronto per essere protagonista in una squadra che detiene il suo cartellino e che crede in lui. Non so se andrà all'estero o se rimarrà in Italia. Ho ricevuto molte offerte per lui da vari club. Lui è grato alla Fiorentina per averlo portato in un campionato di livello mondiale ma non può rimanere ancora in panchina, possiede le qualità per fare la differenza quasi ovunque".