PRANDELLI, Anche io fui "spiato" ai tempi della Fiorentina

27.02.2024 14:44 di Redazione FV Twitter:    vedi letture
PRANDELLI, Anche io fui "spiato" ai tempi della Fiorentina
FirenzeViola.it
© foto di Federico De Luca

Il caso del membro dello staff del Torino, Michele Orecchio, mandato in missione da Juric per "spiare" l'allenamento di rifinitura della Roma a poche ore da Roma-Torino, ha fatto discutere e generato reazioni e prese di giro sia da addetti ai lavori che dai tifosi. All'indomani della gara, vinta per 3-2 dai giallorossi di Daniele De Rossi, Cesare Prandelli ha parlato al Corriere dello Sport ricordando episodi simili vissuti ai tempi di Genova e Firenze: "Mi è capitato qualcosa di simile specialmente quando allenavo il Genoa, mi ricordo che avevo provato situazioni di calcio da fermo e poi la domenica dopo, mi sembra proprio nel derby con la Sampdoria, al primo calcio d’angolo a nostro favore gli avversari sapevano tutto e abbiamo anche preso gol su contropiede. Tutto perché qualcuno era andato a vedere il nostro allenamento a Pegli, dove ci sono palazzine da cui poter sbirciare il lavoro in campo. Poi anche alla Fiorentina.

A Firenze ci hanno detto che qualcuno prima delle partite di Champions League affittava degli appartamenti per uscire sul terrazzo e filmava gli allenamenti da far vedere poi agli avversari. Alcune poi sono leggende metropolitane, altre invece no. Del fatto accaduto a Genova me lo hanno confermato. Mi sembra ancora strano che ci sia qualcuno che manda gente a cercare di spiare un allenamento. Evidentemente ci provano ancora».  
Come viene visto tra voi colleghi questo “spionaggio”? Senza mezzi termini: ti girano le palle. È come se qualcuno venisse a spiarla in casa, come si sentirebbe?".