STANCHI DI VEDERE QUESTA FIORENTINA SEMPRE PIU' IN BASSO

04.03.2021 00:00 di Sonia Anichini   Vedi letture
STANCHI DI VEDERE QUESTA FIORENTINA SEMPRE PIU' IN BASSO

Si può chiedere che le partite durino qualche minuto meno? Vediamo se così si riesce a non farci infinocchiare in extremis come è successo nelle ultime due gare. Io non vedo impegno mai, non vedo agonismo mai, non vedo cuore mai, figurati se lo mettono all’85’ quando i nostri baldi ragazzi pensano probabilmente che i giochi siano fatti. Invece no, e quanto visto a Udine pochi giorni fa si è ripetuto a Firenze, compreso l’errore di Milenkovic. Vorrei chiedere, con grande umiltà, alla squadra e a Prandelli come cavolo pensano di potere andare avanti, come cavolo intendono affrontare questa parte del campionato. Vorrei anche che Pradè, che non so se è ancora incazzato o meno (noi sempre di più!), ci potesse elencare i motivi tecnici ed economici che lo hanno indotto a comprare Kokorin, che poi il Mister manda in campo perché probabilmente non sa più che pesci prendere e…giochiamo con un uomo in meno.

Anche ieri sera i cambi fatti da Prandelli non sono stati efficaci, anzi, ma la sostituzione di Ribery non la capisco proprio. Stava giocando benino, col giallo rimediato si sapeva che avrebbe saltato la prossima partita, perché toglierlo dopo che aveva contribuito al contropiede che ha dato il la al pareggio viola ed ha avuto un’altra buona occasione che ha purtroppo sprecato? È vero che spesso si innamora del pallone e ritarda i passaggi, che qualche volta si intestardisce con giochini non sempre redditizi, ma contro la Roma lo avrei tenuto in campo anche perché, uscito lui nel momento che la Viola stava dando segni di vita, abbiamo tirato i remi in barca…e imbarcato l’ennesima bischerata che ci ha fatto perdere l’ennesima partita.

Se penso che oggi è l’anniversario della morte del sempre amato Astori, mi dà ancora più fastidio dover commentare il nuovo disastro della squadra. È stato un momento molto emozionante quando al 13’ è stato ricordato Davide e questo mi ha riportato a quello che facevamo allo stadio tutte le volte che la Fiorentina giocava al Franchi, un magone immenso. Ho già detto altre volte quando manca andare allo stadio, soprattutto quando ci sono partite come quelle contro la Roma, molto sentite, ma ribadisco come sia una fortuna per i calciatori perché questo scempio sarebbe stato accompagnato da tanto…rumore.

Sinceramente sono anche stanca, come tifosa, di dover sempre rimarcare la mancanza di identità di questo gruppo, l’assenza assoluta di un leader, l’apatia che alla fine stanno trasmettendo a tutti noi. Chiedo a Commisso di dare una sferzata a questa storia, di cambiare il corso degli eventi perché non ci si ritrovi veramente nei guai. Si paventa un ritiro e credo che sia il minimo che si possa chiedere anche se mi pare che questi ragazzi recepiscano poco tutto, nel bene e nel male. Siamo stufi di vedere i nostri colori maltrattati e le nostre sorti portate avanti con l’improvvisazione. Ci aspettiamo un futuro diverso, ma il presente è da brividi.

Per quanto riguarda il campo, c’è da annotare come Spinazzola segni solo alla Fiorentina (andata e ritorno) e, visto che gli piacciamo molto, ha deciso di regalarci il gol del momentaneo pareggio. Siamo partiti di otto contro tre in contropiede, ma ha insaccato per noi un giallorosso! Non sono schizzinosa, quindi accetto tutto, anche perché fare gol resta per la Viola un problema enorme e se ce lo deve risolvere l’uomo venuto dal freddo…

La Signora in viola