CACCIA AL TRIS

30.09.2022 00:00 di Tommaso Loreto Twitter:    vedi letture
CACCIA AL TRIS
FirenzeViola.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Poco meno di sei mesi, tanto è passato da quel 10 aprile in cui la Fiorentina andò a vincere a Napoli, al Maradona. Un successo poi risultato fondamentale per tornare sui palcoscenici europei, ma anche tre punti che i viola non sono più riusciti a centrare lontano dal pubblico amico del Franchi. In una sorta di parallelo con quanto avvenuto nella passata stagione, quando proprio a ridosso della ripresa del campionato i viola andarono a vincere a Bergamo, Italiano si augura di concedere un bis che alimenti ulteriormente il bilancio favorevole nelle sfide con Gasperini, aspetto statistico dal quale certamente ripartire dopo le prime fatiche dell’anno.

Anche perché se l’ultima gara interna con il Verona ha restituito indicazioni positive in attacco, dove l’avanzamento di Barak alle spalle di Kouamè è parsa mossa vincente, l’esame nerazzurro in arrivo domenica impone alla Fiorentina di confermarsi, e soprattutto rompere un tabù di vittorie esterne fino a ora intatto. D’altronde tra campionato e Conference League gli uomini di Italiano devono ancora centrare il primo successo esterno, visto che in serie A sono stati sconfitti da Bologna e Udinese, oltre che fermati sul pari dall’Empoli, mentre in Conference, dopo il pari di Enschede contro il Twente, è arrivata la batosta di Istanbul.

Cinque sfide che raccontano di una difficoltà nell’imporsi lontano dal Franchi da superare di slancio, magari ritrovando una brillantezza fisica che pare mancare e soprattutto provando a sfruttare le incertezze casalinghe di un’Atalanta capace di vincere al Gewiss Stadium solo contro il Torino. Se in trasferta la squadra di Gasperini non ha praticamente lasciato nulla per strada è davanti ai propri tifosi che i nerazzurri hanno rallentato il passo, e chissà che proprio la Fiorentina non riesca a confermare una tradizione che in Lombardia si è fatta più che favorevole dopo il doppio successo esterno dell’anno scorso tra campionato e Coppa Italia.