BOA, TROPPO POCO. PUÒ SALUTARE

23.01.2020 10:30 di Mattia Verdorale Twitter:    Vedi letture
© foto di Massimiliano Vitez/Image Sport
BOA, TROPPO POCO. PUÒ SALUTARE

Con l'arrivo di Patrick Cutrone, il reparto offensivo della Fiorentina sembra essere al completo. In quella zona di campo non arriveranno altri innesti a meno che non esca qualcuno. E quel qualcuno che ha maggiori probabilità di uscire tra i vari attaccanti in rosa è Kevin-Prince Boateng. Finora il ghanese non ha lasciato il segno nella sua esperienza fiorentina. Il suo futuro dopo poco più di quattro mesi è già in bilico. Nelle 15 presenze, tra campionato e coppa, ha realizzato solamente una rete. In solo sei di esse è partito titolare, totalizzando 595 minuti giocati dall'inizio del campionato. Ma il suo rendimento non è stato all'altezza delle aspettative. Sempre situato un po' nel limbo di questo ruolo da falso nueve, l'ex rossonero si era presentato questa estate con grande personalità e voglia di riscatto, prendendo anche la maglia numero dieci. 

Adesso la situazione è ben diversa: non è assolutamente semplice tener fuori una personalità forte come la sua. Il calciatore adesso rischia davvero di trovare poco spazio considerato l'ottimo periodo di forma di Dusan Vlahovic, suo diretto concorrente, e con Iachini che sembra aver trovato la giusta quadratura senza di lui. E se a queste variabili aggiungi anche qualche problemino fisico, ecco che una possibile separazione a gennaio è possibile. Boateng intanto sta proseguendo in questi giorni il suo lavoro differenziato dopo la contusione al ginocchio riportata nella partita contro la Spal.

A rendere ancora più bollente il futuro del calciatore c'è il suo ingaggio decisamente al di sopra della media (1,3 milioni), che forse incomincia a pesare se il calciatore non dovesse essere più chiamato in causa. Anche se, al momento, Iachini sembra non avergli chiuso definitivamente le porte: "Sta cercando di recuperare. E quando tornerà son convinto che ci potrà dare una mano, al di là di quelle che saranno le decisioni sue e della società" - ha detto il mister nell'ultima conferenza. La Fiorentina intanto si sta guardando attorno. Negli ultimi giorni il cartellino del ghanese era stato proposto alla Sampdoria per arrivare a Caprari: offerta che però è stata rispedita al mittente dalla società blucerchiata. Manca ancora una decina di giorni alla chiusura del mercato, e il caso di Boateng rimane senz'altro da tenere sotto controllo.