NUOVO STADIO, Campi, ci vorrebbero più di 24 mesi

15.10.2019 18:54 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: ilsitodifirenze.it
NUOVO STADIO, Campi, ci vorrebbero più di 24 mesi

All'interno di un lungo focus de ilsitodifirenze.it sul nuovo stadio della Fiorentina, il media che segue da vicino le vicende della cronaca di Firenze ha scritto: "Nardella ha assicurato che i tempi saranno contingentati, garantendo a chi costruirà lo stadio di avere a disposizione i lotti liberi dagli immobili attualmente occupati dai mercati generali alimentari entro 24 mesi ed aprire lo stadio al pubblico dopo altrettanti: 4 anni per vedere in città lo stadio aperto ai tifosi.

Tempi che, qualora fossero rispettati, andrebbero ad anticipare quelli per il via libera effettivo della costruzione dello stadio a Campi Bisenzio. Sì, perché per ottenere il via libera nel comune limitrofo a Firenze serve la VAS (valutazione ambientale strategica), la VIA (valutazione d'impatto ambientale), studio di fattibilità, progetto definitivo e progetto esecutivo. Una quantità di documenti ed adempimenti che potrebbero essere svolti in tempi che non si discostano dai 24 mesi che il Comune di Firenze dichiara di impiegare per liberare l'area di Novoli dove costruire lo stadio.

Anzi, certi pareri richiedono che a valutare non sia il comune di Campi, ma altre istituzioni ed enti e le progettazioni (nelle varie fasi) non si risolvono in pochi mesi. Inoltre a Campi Bisenzio esiste un problema di infrastrutture per gestire il flusso degli spettatori: al triplice fischio finale di una partita ci saranno almeno 40.000 persone che contemporaneamente vorranno tornare a casa (con mezzi privati, mezzi pubblici e a piedi). Le prescrizioni della conferenza dei servizi potrebbero autorizzare la costruzione dello stadio a Campi Bisenzio, ma consentire l'apertura al pubblico solo se fossero realizzate determinate infrastrutture e su questo punto Firenze è già molto più avanti rispetto al comune limitrofo".

La mossa di Nardella di permettere alla società Fiorentina di avere lo stadio di proprietà - aggiunge infine il sito - ha tolto il più grande vantaggio che aveva la soluzione Campi Bisenzio.