GUIDI, Italia abito ideale per Castrovilli. Sottil...

11.06.2021 14:43 di Redazione FV Twitter:    Vedi letture
Fonte: Radio Bruno
GUIDI, Italia abito ideale per Castrovilli. Sottil...
FirenzeViola.it

Federico Guidi, allenatore della Casertana ed ex tecnico della Fiorentina Primavera, ha parlato di Gaetano Castrovilli dopo la convocazione con l'Italia. Queste le sue dichiarazioni: "Mi auguravo potesse prendere parte all'Europeo perché l'Italia di Mancini è un abito ideale per lui. Ha vissuto una stagione di alti e bassi, aveva iniziato molto bene, poi ha avuto delle pause... Ha ancora grandi margini di miglioramento, abbina qualità tecnica a dinamismo e intensità di gioco".

Qual è il suo ruolo ideale?
"Interno di centrocampo perché è abile nell'inserimento, nella prima costruzione di gioco, nel dialogare con giocatori avanzati e dare assist... Dà grande qualità al gioco, ha una capacità organica, ha parametri fisici importanti, percorre grandi quantità di chilometri ad alta intensità e ad alta velocità. Per me è un calciatore totale, un interno in un centrocampo a 3 oppure un trequartista in un rombo di centrocampo".

Ad inizio carriera però faceva anche l'esterno.
"Non ha le caratteristiche".

I problemi fisici ne hanno frenato la crescita quest'anno?
"La mancanza di continuità può aver inciso, ma nelle valutazioni dei giocatori va considerato l'andamento della squadra. Tolto Vlahovic, un po' tutti hanno vissuto una stagione di alti e bassi. Avere delle difficoltà in queste situazioni è normale".

Che giocatore è Sottil?
"Sulle corsie esterne è un giocatore importante, è fastidioso per chiunque, ha capacità di dribblare sia a destra che a sinistra, ha fantasia e sa accelerare con continuità. Appena prende velocità poi la aumenta, ha un bel cambio passo... Deve finire la propria maturità calcistica, deve imparare ad essere intenso e continuo in tutte e due le fasi, soprattutto in quella difensiva, ma ha dei colpi eccezionali e secondo me può far assolutamente bene nel modulo di Gattuso. A volte insiste troppo nel dribbling quando c'è da fare un'altra scelta... Deve imparare a mettere le sue qualità con continuità al servizio della squadra e lì farà il definitivo salto".

Qual è un giocatore che ha avuto dal quale aspettava di più?
"Da qualcuno mi sarei aspettato qualcosa in più... Penso che Bandinelli possa ambire a grandi palcoscenici, ma naviga tra bassa Serie A e Serie B. Ha fisicità, tecnica, carattere e personalità da professionista importante. Mi sarei aspettato di più anche da Bangu, malgrado sia penalizzato dalla struttura fisica. Ed infine Capezzi poteva fare qualcosa in più".

Ranieri potrà tornare utile per la Fiorentina?
"E' sicuramente un giovane che ha qualità, ma il suo problema è nella posizione di campo perché non si sa se sia adatto in una difesa a 3 o a 4 da terzino dove per me gli manca un po' di spunto nei primi passi per difendere bene. Sta alternando troppo i due ruoli ed è normale perda un po' di certezze, consapevolezze".