VENTURA A FV, BENASSI MERITA LA FASCIA. IO TECNICO VIOLA? MI CI VEDREI BENE...

27.03.2019 16:30 di Giulio Falciai  articolo letto 10918 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
VENTURA A FV, BENASSI MERITA LA FASCIA. IO TECNICO VIOLA? MI CI VEDREI BENE...

La partita di domenica tra Fiorentina e Torino sarà una sfida molto importante sia per i granata che per i viola. Entrambe hanno l'obiettivo di raggiungere l'Europa League e vincere vorrebbe dire guadagnare tre punti su una concorrente. Non sarà una partita come le altre soprattutto per Marco Benassi. L'ex capitano del Torino, infatti, con ogni probabilità, vista l'assenza di Pezzella e Chiesa, indosserà la fascia proprio contro la sua vecchia squadra. In vista della gara del Franchi la redazione di FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, l'ex allenatore del Torino, Gian Piero Ventura, nonché ex mister del numero 24 viola. 

Che ne pensa della fascia da capitano viola che con ogni probabilità sarà indossata da Benassi domenica?
"La fascia è sicuramente un motivo d'orgoglio. Ma al di là di questo, visto che penso sia temporaneo il ruolo di capitano, Marco è un ragazzo d'oro. Io ho avuto la fortuna di allenarlo e lo conosco molto bene. Possiede delle qualità fantastiche e, secondo me, i viola hanno fatto un vero e propio colpo acquistandolo. In oltre noto che sta maturando ulteriormente. Se la Fiorentina decidesse di dargli la fascia significa che in lui non vedono solo qualità tecniche ma anche morali. Sono felicissimo per lui".

Che partita si aspetta domenica al Franchi?
"Sarà una gara sicuramente godibile ma delicata. Entrambe sono obbligate ad ottenere i tre punti. È la tipica sfida dentro o fuori. Chi raggiungerà la vittoria potrà riaprire la porta Europa mentre chi sarà sconfitto dovrà chiuderla. Il Torino poi, dopo la brutta sconfitta in casa contro il Bologna per 2-3, ha l'obbligo di vincere, soprattutto per i tifosi".

Lei si aspettava un impatto simile di Muriel in questa Serie A?
"Il colombiano ho sempre pensato che facesse molto meno rispetto alle sue potenzialità. Lui possiede qualità uniche e deve cercare di sfruttarle al massimo. Mi è sempre piaciuto come calciatore e sono convinto che il bello debba ancora venire".

Pioli probabilmente a giugno finirà la sua avventura viola: a lei piacerebbe allenare la Fiorentina?
"Qualsiasi allenatore sarebbe entusiasta di sedersi sulla panchina viola. Io ne sarei orgoglioso. A Firenze c'è una base di giocatori molto buona e di qualità. La Fiorentina ha un'età media molto basso e io amo lavorare con i giovani".