SCONCERTI A FV, MI PIACEREBBE UNO STADIO IN CITTÀ: SENZA SI RISCHIA DI ANDARE IN SERIE B

03.06.2020 19:30 di Alessio Del Lungo   Vedi letture
SCONCERTI A FV, MI PIACEREBBE UNO STADIO IN CITTÀ: SENZA SI RISCHIA DI ANDARE IN SERIE B

"La cosa che a me piacerebbe di più è trovare un nuovo Franchi". A dirlo, in esclusiva, a FirenzeViola.it è il direttore, Mario Sconcerti, che ha detto la sua sulla vicenda legata allo stadio, ma ha anche parlato di mercato e del futuro di Giuseppe Iachini, attuale tecnico della Fiorentina che dovrà guadagnarsi la conferma in questo finale di stagione.

Qual è la sua idea dopo le parole di Nardella in conferenza stampa sul nuovo stadio?
"Siamo tutti dalla parte di Commisso però uno stadio va trovato. Fare un nuovo stadio per la Fiorentina sarebbe una cosa normale. Lo stadio di per se stesso fa aumentare di 300/400 milioni il valore di tutte le squadre che ce l'hanno, non è che i viola vanno avanti alle altre, ma si mettono nelle condizioni di poter continuare a concorrere. Senza stadio non c'è il patrimonio per comprare i giocatori per rimanere in Serie A. Una cosa è poter fare mercato, poter gestire una società che ha un patrimonio di 400/450 milioni, altra cosa è gestirne una che ne ha 100".

Le piacerebbe più uno stadio a Firenze o fuori città?
"Beata la città che ha solo il problema dello stadio. Una città che si blocca, che si coagula tutta intorno al problema dello stadio significa che è ricca, che è amministrata bene. Quindi complimenti a Firenze, in giro ci sono molti altri problemi. Il posto migliore è sempre fare lo stadio dentro la città, la cosa che a me piacerebbe di più è trovare un nuovo Franchi, ma bisognerebbe chiederlo a quelli che vivono nella zona perché si tratterebbe non solo di un nuovo impianto, ma di un nuovo quartiere".

Il futuro di Iachini lo vede ancora sulla panchina dei viola?
"Non è questo il momento per parlarne, semplicemente perché non si può sapere. Se nelle restanti 12 partite fa 30 punti è difficile poi che non possa legarsi al progetto della Fiorentina, ma non sappiamo che accadrà. A me personalmente interessa poco Iachini perché vorrei un allenatore diverso, non mi interessa che sia migliore di lui perché non voglio giudicarlo, ma che sia diverso".

Le piacciono i nomi che sono stati accostati alla Fiorentina?
"Per il momento mi sembra che se ne siano fatti pochi, ma è giusto così. Vlahovic sono sicuro che rinnoverà il suo contratto, Milenkovic può darsi che vada sul mercato anche con il rinnovo. Non è mai importante chi parte quanto chi arriva, se i tifosi si fidano di Commisso per una cosa è giusto che lo facciano anche per le altre".