PAZZAGLI A FV, Frey si è mostrato un vero signore

Esclusiva FV
26.12.2010 13:00 di Cristina Guerri   Vedi letture
© foto di Federico De Luca
PAZZAGLI A FV, Frey si è mostrato un vero signore

Un 2010 è stato negativo soprattutto per i portieri viola. Che, specie nell'ultima parte di stagione hanno avuto a che fare con i numerosi infortuni. Partendo da Sebastien Frey. Per lui l'anno solare finisce con un mese di anticipo (il 3 novembre), quando in allenamento subisce un grave infortunio al ginocchio (con sollecitazione al legamento crociato anteriore) che lo costringe a sottoporsi ad intervento chirurgico. Ancora da capire è il destino di Artur Boruc. Dopo la sublussazione alla spalle subita nella partita contro la Juventus, il portiere polacco deve svolgere ulteriori esami per capire se è necessaria l'operazione. C'è infine Vlada Avramov. Chiamato in causa da Sinisa Mihajlovic prima in campionato e poi in Coppa Italia, il porteire serbo ha deluso le aspettative con due pessime prestazioni. Ma per analizzare meglio la stagione di questi 3 portieri, Firenzeviola.it ha contattato in esclusiva un esperto del settore, l'ex portiere viola Andrea Pazzagli.

Partiamo da un voto a Frey.

A Frey do un bel 6,5. Sono un suo estimatore. Credo che si sia comportato bene soprattutto per le questioni relative al mercato. Ha deciso di restare, nonostante la Fiorentina lo abbia messo sotto con l'arrivo di Boruc. Anche fuori dal campo non mi ha deluso. 

Boruc?

6. Niente di più, niente di meno. Tecnicamente non mi piace, ma devo riconoscere che in diverse situazioni ha salvato la squadra dalla disfatta. Eccezion fatta per l'erroraccio di Roma. Mi ha deluso un po' il suo atteggiamento fuori dal campo. 

Chiosa su Avramov.

Insufficiente. Anche se quello del terzo portiere è un ruolo difficile. Diventa complicato dopo tanta inattività farsi trovare pronto.

Adesso per il reparto arretrato è emergenza. Senza Frey e Boruc, e con Avramov che non ostenta sicurezza, giusto puntare sul giovane Primavera Seculin? L'alternativa rimane il mercato.

Stimo Seculin, perché ha buone credenziali. Rappresenta il futuro della Fiorentina, ma adesso è ancora troppo inesperto. Se fossi l'allenatore viola  mi affiderei a un portiere  proveniente dal calciomercato.