GHINI A FV, CONTRO I VIOLA NON FACCIAMO I BISCHERI. CHIESA FACCIA COME STALLONE

30.01.2019 13:00 di Giulio Falciai  articolo letto 5871 volte
© foto di Alberto Fornasari
GHINI A FV, CONTRO I VIOLA NON FACCIAMO I BISCHERI. CHIESA FACCIA COME STALLONE

Dopo la vittoria agli ottavi contro il Torino, la Fiorentina si ritrova a giocare i quarti di finale di Coppa Italia contro la Roma al Franchi. In vista della gara di oggi alle 18:15, FirenzeViola.it ha contattato, in esclusiva, l’attore e grande tifoso giallorosso Massimo Ghini.

Dopo la clamorosa rimonta subita contro l’Atalanta, come arriva a questa partita la Roma? 
“Come direste voi fiorentini siamo stati proprio dei bischeri domenica, speriamo di non esserlo anche oggi. Un comportamento così è inaccettabile. Non è possibile che una squadra in crescita, con un potenziale sulla carta enorme, possa subire una rimonta del genere. Pareggi così sono anche più irritanti di certe sconfitte. Questo momento di difficoltà penso sia solo mentale perché se fosse fisico allora questi ragazzi dovrebbero smettere di giocare a pallone subito”.

Dopo l’arrivo di Muriel che impressione le ha fatto questa Fiorentina? 
“A me sembra che anche i viola stiano ancora cercando una loro dimensione. Quando tu ti chiami Roma o Fiorentina significa che sei una squadra la quale si porta dietro una storia e automaticamente sei, di diritto, sempre tra le prime sette squadre. La Viola possiede un impianto solido e dei buoni giocatori che possono formare un’ottima squadra. L’obiettivo Europa è alla portata della squadra di Pioli. Muriel si è inserito benissimo in questo campionato e farà vedere grandi cose”.

E su Chiesa?
“Federico secondo me è straordinario e i fiorentini dovranno pregare in ginocchio che rimanga. Ormai purtroppo i giovani sono già pronti per essere spediti a grandi squadre e questo non aiuta società come le nostre. Questo perché, nonostante la storia, non abbiamo la potenza commerciale di certi big club. Gli allenatori con i giovani come Chiesa dovrebbero fare come nei film di Stallone: farli credere ad un ideale come: “dobbiamo liberare il paese dai cattivi”. Solo così daranno il massimo per la tua squadra senza pensare a destinazione future”. 

Quindi, secondo lei, che partita sarà oggi?
“Entrambe giocheranno per vincere. Comunque sia la Coppa Italia, in questo momento, vale molto di più del campionato e di qualsiasi altra cosa. Spero che sia la Roma che la Fiorentina se la giochino fino alla fine. Questo è l’unico trofeo a cui le due squadre potrebbero seriamente puntare”.